Blitz quotidiano
powered by aruba

Alzheimer, i nove sintomi, le fasi. Check up gratis in tutta italia

Alzheimer, la Giornata Mondiale per la prevenzione della demenza senile: tre fasi, 9 sintomi individuano l'insorgenza del morbo

ROMA – Alzheimer, i nove sintomi, le fasi. Check up gratis in tutta italia. Convegni, incontri e iniziative di sensibilizzazione: così il 21 settembre si celebrerà in tutto il mondo la XIII Giornata dell’Alzheimer, malattia che nel nostro Paese colpisce circa 600mila persone e rappresenta un costo di 11 miliardi di euro per l’assistenza, di cui il 73% a carico delle famiglie. Dovuta a un accumulo anormale di alcune proteine nel cervello, questa malattia neurodegenerativa causa una progressiva perdita di memoria. Ma in molti casi questo non è, specificano gli esperti, l’unico campanello d’allarme.

In occasione della 9ª Edizione nazionale della «Settimana di Prevenzione dell’Invecchiamento Mentale», che si svolgerà in tutta Italia fino all 24 settembre 2016. l’Associazione metterà a disposizione degli iscritti più di 350 specialisti psicologi, neurologi e geriatri che offriranno una valutazione gratuita per rilevare le condizioni cognitive di ogni soggetto.

Tre fasi della malattia. Gli specialisti individuano tre fasi dello sviluppo del morbo che in media dura 8/10 anni dalla prima diagnosi fino alla morte del paziente. Si riscontrano disturbi della memoria, difficoltà ad orientarsi nel tempo e nello spazio, disturbi del linguaggio, sbalzi umorali. La “demenza lieve” dura un paio di anni. Quindi la “demenza moderata”, dai 2 ai 10 anni, infine la “demenza grave”, in media tre anni. Con il progredire della malattia si acuiscono i disagi descritti.

Nove sintomi. Il lento declino delle capacità di memoria, pensiero e ragionamento è annunciato da 9 sintomi. Alcuni possono essere presi come utili campanelli d’allarme anche se non esiste una diagnosi predittiva affidabile (il Corriere della Sera si è avvalso della consulenza del professor Marco Trabucchi, presidente dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria e direttore scientifico del Gruppo di ricerca Geriatria di Brescia).

1) Perdita della memoria.

2) Difficoltà nelle attività quotidiane.

3) Disorientamento nel tempo e nello spazio.

4) Problemi nel linguaggio.

5) Non trovare le cose.

6) Ridotta capacità di giudizio.

7) Difficoltà nel pensiero astratto.

8) Cambiamento di umore e personalità.

9) Mancanza di iniziativa.