Salute

Alzheimer, scoperto un farmaco “ninja” che distrugge le cellule dannose del cervello

Alzheimer, scoperto un farmaco "ninja" che distrugge le cellule dannose del cervello

Alzheimer, scoperto un farmaco “ninja” che distrugge le cellule dannose del cervello

LONDRA – Grazie ad una nuova ricerca, è stata scoperta un nuovo “farmaco ninja”, in grado di prevenire il morbo di Alzheimer distruggendo le cellule dannose nel cervello. Alcuni esperimenti, evidenziano come il trattamento messo a punto dal laboratorio ProMIS riesca a fermare il processo che uccide le cellule nel cervello dei pazienti affetti da demenza, proteggendo, al tempo stesso, dalla memoria a breve termine.

Al contrario di altre cure per l’Alzheimer, la medicina, conosciuta come PMN310, non ha effetti collaterali: qualora dovesse avere successo nelle prove future, potrà essere disponibile dal 2025. Il morbo di Alzheimer è la forma più comune di demenza, che affligge circa 5,5 milioni di persone solo negli Usa e 850.000 nel Regno Unito.

Il trattamento, sviluppato dal laboratorio ProMIS, con sede a Toronto, neutralizza le cellule maligne del cervello, che in seguito viene sottoposto ad una vera e propria “pulizia”. Gene Williams, ricercatrice della ProMIS, spiega al Daily Mail:

“Questi anticorpi sono come i ninja, arrivano al cervello e individuano solo le particelle tossiche. Se si ristabilisce l’equilibrio cerebrale, si riesce a dare al cervello una possibilità di eliminare le suddette cellule e ricominciare da capo”.

To Top