Salute

Appendice al posto dell’uretere, così la bimba può fare pipì: è il primo intervento al mondo

Appendice al posto dell'uretere, così la bimba può fare pipì: è il primo intervento al mondo

Appendice al posto dell’uretere, così la bimba può fare pipì: è il primo intervento al mondo

TORINO – Hanno trapiantato l’appendice al posto dell’uretere. Così una bimba  di due anni e mezzo nata con un solo rene a causa di una malformazione congenita potrà fare pipì. Si tratta del primo intervento di questo tipo al mondo e il record si deve all’equipe medica dell’Urologia pediatrica dell’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino.

La bimba soffriva di una rara anomalia congenita e il suo rene non era collegato alla vescica. Utilizzando la sua appendice i medici sono riusciti a ricostruire il collegamento e hanno permesso alla bimba di rimuovere il tubo che portava l’urina all’esterno dal suo corpo. Il risultato eccezionale si deve a dottor Emilio merlini, direttore del reparto di Urologia, dopo che la piccola era stata operata numerose volte in altri ospedali senza però risolvere il problema.

La bimba è nata con un solo rene, il sinistro, che presentava però un’anomalia congenita all’uretere, il condotto che unisce e trasporta l’urina dal rete alla vescica. L’uretere andava incontro a un processo di atresia completa, cioè si è ridotto a un sottile cordone fibroso. I precedenti tentativi di sostituzione con l’appendice – non più di due o tre al mondo – erano stati casi di sostituzione parziale. Per la prima volta, i medici del Regina Margherita di Torino hanno isolato l’intera appendice e un piccolo tratto di parete dell’intestino cieco e l’hanno collegata al bacinetto del rene e alla vescica.

La bimba, informa l’ospedale, è già tornata a casa e si sta riabituando a una vita normale, senza l’incubo di essere collegata al tubo esterno che ne garantiva la sopravvivenza.

To Top