Salute

Capalbio, uova contaminate al fipronil: tre sequestri

Capalbio, uova contaminate al fipronil: tre sequestri

Capalbio, uova contaminate al fipronil: tre sequestri

CAPALBIO (GROSSETO) – Ancora sequestri di uova positive al fipronil: i tre sequestri sono stati eseguiti in altrettanti esercizi commerciali di Capalbio (Grosseto). Dopo il sequestro di giovedì 24 agosto di 250 uova ad Orbetello, i controlli sono proseguiti sulla base di una nuova segnalazione di allerta alimenti (anche in questo caso in relazione alla commercializzazione delle uova provenienti dallo stesso allevamento di Viterbo). L

o rende noto la Regione Toscana secondo cui “non ci sono rischi immediati per i consumatori che hanno utilizzato le uova messe in vendita negli esercizi oggetto di controllo – come tranquillizzano anche dalla Asl -, dal momento che i livelli di contaminazione rilevati sono sotto la soglia di tossicità acuta”.

Nella giornata di giovedì circa 200 uova sono state sequestrate in un negozio di Orbetello (Grosseto) dal servizio di sicurezza alimentare del dipartimento della prevenzione della Asl. Le uova, provenienti da un fornitore del Lazio, sarebbero risultate contaminate con il fipronil. La segnalazione è arrivata dal laboratorio zooprofilattico di Roma, l’istituto indicato dal ministero della salute di predisporre campionamenti in tutta Italia di uova e di carne di gallina ovaiola.

 

To Top