Blitz quotidiano
powered by aruba

Carne macinata, nel 20% riscontrate tracce di batteri fecali

ROMA – L’allarme riguarda solo gli Stati Uniti, ma se il Ttip, il trattato di libero scambio tra Usa e Unione Europea, dovesse entrare in vigore (QUI UN VIDEO DE LA GABBIA), ci sarebbe da preoccuparsi. Uno studio commissionato da un’associazione di consumatori statunitensi non lascia spazio ai dubbi. Sono state analizzate diverse varietà di carne in commercio, in particolare quella macinata per gli hamburger, e i risultati sono allarmanti: nel 20% della carne esaminata sono state riscontrate tracce di batteri fecali.

Questo non significa che nella carne siano presenti feci, ma lo stesso tipo di batteri ha una pesante presenza anche nella barba o sulla superficie degli smartphone. Un chiaro segnale sull’assenza di rigore nei controlli sanitari degli alimenti negli Stati Uniti.

Ad ogni modo, i ricercatori e i medici statunitensi suggeriscono di chiedere sempre carne ben cotta per eliminare il più possibile la presenza dei batteri, che possono sopravvivere se la carne viene consumata al sangue.