Blitz quotidiano
powered by aruba

Casa: mobili, elettrodomestici e detersivi nemici salute

ROMA – La vera minaccia per la salute viene dall’aria dentro le mura di casa. Parola di medici con cartelle cliniche alla mano e studi scientifici nell’altra. Fino a 40 volte più insalubre di quella esterna. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’inquinamento nei luoghi chiusi è la principale causa di morte legata a cause ambientali: quasi 4 milioni di decessi ogni anno. I più esposti sono bambini, anziani e malati cronici.

In Italia, come negli altri Paesi industrializzati, la popolazione trascorre in media l’80-90 per cento della giornata in ambienti chiusi: abitazioni, luogo di lavoro, mezzi di trasporto, etc. I valori di inquinanti indoor sono ben al di sopra delle soglie tollerate dall’Oms e i “colpevoli” sono i più insospettabili: formaldeide dai mobili, benzene dai derivati di carbone e petrolio, il fumo da tabacco, le polveri sottili, acari, muffe e batteri, i prodotti per la pulizia della casa, colle, adesivi, solventi, vernici, profuma-ambienti, incensi, insetticidi e antiparassitari. Da non sottovalutare sono le conseguenze dell’esposizione ai campi elettromagnetici provocati da elettrodomestici e apparecchi hi-tech che ormai non mancano in nessuna casa.

Consigli? Stare attenti ai prodotti che si usano (leggere bene le etichette prima di acquistarli), alle cose che si portano a casa, tenere ben puliti i filtri e i condizionatori d’aria e soprattutto aerare gli ambienti per pochi minuti più volte al giorno. Informazione e prevenzione sono le parole d’ordine per combattere i nemici invisibili che ci circondano ogni giorno.