Blitz quotidiano
powered by aruba

Hiv, 1 contagio ogni 2 ore in Italia. Soprattutto under 30

ROMA – Hiv, sono oltre 120mila le persone che convivono con il virus in Italia, dove avviene un nuovo contagio ogni due ore, soprattutto tra i giovani tra i 25 e i 29 anni. I dati sono stati diffusi alla vigilia dell‘Icar (Italian Conference of AIDS and Antiviral Research) che si terrà quest’anno dal 6 all’8 giugno 2016 a Milano.

In Italia i nuovi casi ogni anno sono 4mila, e riguardano soprattutto i giovani. Di questi il 60% avviene in una fase tardiva di infezione. La Lombardia, con circa 20mila persone sieropositive, è tra le regioni italiane più colpite, insieme a Lazio, Emilia Romagna e Liguria. A fronte di un importante calo della mortalità grazie alle terapie, si segnala una drastica riduzione dell’informazione in merito. I nuovi casi, circa uno ogni 2 ore, negli ultimi due anni riguardano soprattutto giovani tra i 25 e i 29 anni.

Una piccola buona notizia arriva però dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), che ha approvato la rimborsabilità della coformulazione di due molecole (atazanavir/cobicistat) in associazione con altri farmaci antiretrovirali.

L’Agenzia statunitense per i farmaci (Food and Drug Administration FDA) ha approvato l’immissione in commercio della nuova coformulazione negli Stati Uniti nel gennaio 2015. “La Commissione Europea l’ha approvata il 16 luglio 2015 – spiega in una nota l’azienda produttrice Bristol-Myers Squibb – consentendone l’immissione in commercio in tutti i 28 Stati Membri dell’Unione Europea e offrendo ai pazienti con HIV una nuova opzione di trattamento che ha dimostrato efficacia virologica nel lungo termine”.

E’ stato infatti dimostrato che il virus è sotto controllo dopo quasi un anno nell’85% dei pazienti, un risultato confermato a 144 settimane. La combinazione dei due farmaci è in una sola compressa da assumere una volta al giorno.


TAG: