Blitz quotidiano
powered by aruba

I 10 cibi che puoi mangiare dopo la scadenza

Dan Cluderay, il proprietario del sito web Approved Food, ha stilato una lista alimenti che dopo la scadenza possono essere portati in tavola tranquillamente.

ROMA – Sono almeno dieci gli alimenti che riescono a conservarsi oltre la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro…” riportata sull’etichetta, come scrive The Independent, che tramite Dan Cluderay, il proprietario del sito web Approved Food, ha stilato una lista alimenti che dopo la scadenza possono essere portati in tavola tranquillamente. Cluderay spiega anche che va fatta una distinzione tra le diverse diciture riportate sull’etichetta: “data di scadenza”, che significa che non è sicuro mangiare quel cibo oltre la data indicata, “da consumarsi entro”, che indica il termine esatto entro cui l’alimento deve essere consumato e ‘da consumarsi preferibilmente entro’, ossia che dopo la data indicata l’alimento è ancora commestibile.

1. Patatine. La grande quantità di sale presente fa sì che si conservino a lungo.

2. Cioccolato. Stesso discorso delle patatine, solo che qui è la quantità di zucchero a garantirne la conservazione.

3. Ketchup. Condimenti come questo riescono a conservarsi anche per un anno oltre la data di scadenza se tenuti in un luogo fresco e asciutto o in frigorifero.

4. Yogurt. Può durare fino a sei settimane oltre la data di scadenza. Nel caso in cui si creasse uno strato di muffa, basta rimuoverla con il cucchiaino e mangiare quello che c’è sotto.

5. Formaggio a pasta dura o stagionato. Se inizia ad apparire un po’ di muffa è sufficiente raschiarla via con un coltello. Del resto, molti formaggi come il gorgonzola sono fatti con la muffa. Da evitare tassativamente quelli a pasta molle, come il brie o il camembert.

6. Latte. Finché non inizia ad avere un cattivo odore e a rapprendersi può essere consumato.

7. Uova. Per capire se sono buone basta immergerle in una ciotola d’acqua: se galleggiano, probabilmente al loro interno si sono accumulati gas e batteri e quindi è meglio scartarle. Se invece affondano, probabilmente sono ancora buone.

8. Pane. Anche se è un po’ stantio, si può riscaldare nel forno. L’importante è che non abbia della muffa sopra.

9. Riso. Può durare mesi o addirittura anni oltre la data di scadenza.

10. Frutta e verdura. Qui vale la regola del buon senso. Se non c’è muffa e non sono mollicce, allora possono essere mangiate tranquillamente.

Immagine 1 di 31
  • Patatine in busta a mensa per Natale: mamme in trincea
  • Barrette di cioccolato
  • Carote madre e figlia
  • Il broccolo "Dici a me?"
  • Il kiwi-batman
  • Yogurt artigianale
Immagine 1 di 31

PER SAPERNE DI PIU'