Salute

Lidl ritira penne rigate: tracce di soia non dichiarate, rischio per allergici

Lidl ritira penne rigate: tracce di soia non dichiarate, rischio per allergici

Lidl ritira penne rigate: tracce di soia non dichiarate, rischio per allergici

ROMA – Tracce di soia non dichiarate in etichetta che potrebbero scatenare reazioni allergiche. Per questa ragione la catena di supermercati Lidl ha ordinato il ritiro in via precauzionale delle penne rigate a marchio Combino, prodotte dall’azienda Pasta Zara.

Il lotto ritirato è il L701508(B) con scadenza minima 12/04/2019 – EAN 2005 8012. Chi soffre di ipersensibilità alla soia potrebbe sviluppare sintomi più o meno allarmanti. Si va dal semplice prurito e gonfiore a labbra, palato e gola, a nausea o vomito, crampi e gonfiori addominali, diarrea, flatulenza, orticaria, difficoltà respiratorie e mal di testa.

Non si esclude il rischio di uno shock anafilattico, in caso di reazione allergica grave con gravi problemi respiratori e brusche cadute di pressione che possono portare anche alla perdita di coscienza.

Nel caso in cui si dovessero riscontrare tali sintomi è bene rivolgersi tempestivamente ad un medico. Non ci sono problemi, invece, per le persone che non sono soggette a ipersensibilità e che possono consumare la pasta senza preoccupazioni.

I clienti allergici alla soia che hanno acquistato le confezioni di penne “incriminate”, sono pregati di non consumarle e di riportarlo al proprio punto vendita di riferimento per il legittimo rimborso.

 

To Top