Salute

Medico anti-vaccini radiato dall’ordine. Lui: “Processato come Galileo Galilei”

Iss, radiato dall'ordine di Treviso il primo medico anti-vaccini

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi (Ansa)

ROMA – L’Ordine dei medici di Treviso ha radiato Roberto Gava, considerato uno dei paladini anti-vaccini in Italia.

Lo ha annunciato con un tweet il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), Walter Ricciardi: “Grazie all’Ordine medici Treviso per aver radiato primo medico per il suo comportamento non etico e antiscientifico nei confronti dei vaccini”.

La decisione dell’Ordine di Treviso si baserebbe anche su un documento della Fnomceo (la Federazione degli Ordini) del luglio scorso nel quale appunto si prevedevano sanzioni disciplinari per i professionisti che sconsigliano la vaccinazione.

San raffaele

Il dottor Roberto Gava, radiato dall’Ordine dei medici di Treviso per le sue posizioni contro i vaccini,

“è stato condannato soltanto per le sue idee, idee ben fondate sull’esigenza di personalizzazione di ogni vaccinazione per prevenire i gravi pericoli e i vari danni da vaccino ai singoli pazienti, contro la vaccinazione indiscriminata di massa”.

Lo affermano in un post sul profilo Facebook del medico i suoi avvocati, Silvio Riondato e Giorgio Piccolotto.

“In mancanza della motivazione che ritarda rispetto alla divulgata notizia sulla sanzione della radiazione inflitta al dottor Roberto Gava dall’Ordine dei medici di Treviso, la Difesa del dottor Gava – scrivono – nota che la radiazione è conforme alle attese fin dalle primissime fasi del procedimento, perché già allora il Presidente dell’Ordine Luigino Guarini ha comunicato a più persone che il procedimento contro Gava sarebbe stato un ‘processo a Galileo Galilei’, il quale com’è noto è stato ingiustamente e pesantemente condannato, come ora capita al dottor Gava”.

Lo affermano in un post sul profilo Facebook del medico i suoi avvocati, Silvio Riondato e Giorgio Piccolotto.

“In mancanza della motivazione che ritarda rispetto alla divulgata notizia sulla sanzione della radiazione inflitta al dottor Roberto Gava dall’Ordine dei medici di Treviso, la Difesa del dottor Gava – scrivono – nota che la radiazione è conforme alle attese fin dalle primissime fasi del procedimento, perché già allora il Presidente dell’Ordine Luigino Guarini ha comunicato a più persone che il procedimento contro Gava sarebbe stato un ‘processo a Galileo Galilei’, il quale com’è noto è stato ingiustamente e pesantemente condannato, come ora capita al dottor Gava”. Il legali inoltre annunciano già il ricorso a questa radiazione.

Nelle settimane dell’indagine della commissione disciplinare dell’Ordine, Gava tra l’altro aveva dichiarato di non essere contrario alle vaccinazioni e di essere stato spesso frainteso quando ne parlava.

Adesso gli avvocati ribadiscono:

“Vorrebbero definire il dottor Gava come antivaccinista, mentre egli è un bravo professionista che tende a non utilizzare i vaccini solo quando essi sono sconsigliabili, o quando non può fare altrimenti perché i pazienti li rifiutano com’è nel loro diritto fondamentale costituzionale che va rispettato. E’ una condanna che sta contro i pazienti che non possono o non vogliono vaccinarsi”.

Come prevedono le regole che disciplinano l’Ordine, ricorda Repubblica.it, Gava può fare ricorso, cosa che sospende gli effetti della decisione disciplinare in attesa della decisione del consiglio nazionale. In pratica, in attesa del secondo grado la sanzione non viene comminata.

To Top