Blitz quotidiano
powered by aruba

Pene, 12 guai che sono poco conosciuti: testicoli blu, fallo curvo…

ROMA – L’eiaculazione precoce, problema che affligge milioni di maschi. O altri disturbi, come le cosiddette “palle blu”, sono poco conosciuti, ma non per questo vanno sottovalutati. Un articolo di Dagospia fa luce sui 12 problemi che affliggono l’organo riproduttivo maschile.

1) Frattura – Il fallo non ha ossa, ma puoi comunque fratturartelo. È la cosiddetta sindrome del chiodo rotto, un raro trauma che consiste nella rottura improvvisa della tonaca albuginea. Quando questo accade (in genere durante il ) si percepisce un forte e doloroso scoppio, e una perdita immediata dell’erezione. Il pene diventa nero o blu. E’ necessario andare subito al pronto soccorso.

2) Alcol e problemi erettili – Troppo alcol può rendere difficile, o addirittura impossibile, l’erezione e l’eiaculazione. L’alcol infatti agisce come sedativo sulle strutture cerebrali.

3) Sangue nello sperma – Si tratta di emospermia e, di solito, non è grave. Si tratta in genere di un’infiammazione o un trauma nella prostata o in altre ghiandole.

4) Sindrome da palle blu – Tecnicamente non è un problema del pene, ma comunque riguarda quella zona e quindi anche il membro ne resta coinvolto. Le palle blu esistono realmente (per quanto non siano propriamente blu) e si chiamano “congestione prostatica”: quando i testicoli sono sottoposti a una prolungata stimolazione senza arrivare all’eiaculazione. Il fenomeno è molto doloroso. Può aiutare una doccia fredda e soprattutto portare a termine il rapporto.

5) Eiaculazione ritardata – Accade spesso come risultato di troppa masturbazione o di una masturbazione che non è replicabile con un partner. Alcuni farmaci, come pillole per la pressione alta, antidepressivi e narcotici possono aiutare. Ma prima di tutto prova a masturbarti meno o cambiare il modo in cui lo fai.

6) Orgasmo in un minuto – Esistono due tipi di eiaculazione precoce: quella che hai da tutta la vita o quella acquisita. Le cause possono essere molteplici, ma spesso il fattore psicologico è determinante. Il trattamento prevede consulenza, farmaci che rallentano l’orgasmo e salviette o spray desensibilizzanti.

7) Il pene curvo – La malattia di Payronie è una curva del pene che si sviluppa in concomitanza con erezioni dolorose, causata dalla formazione di cicatrici interne. Da non confondere con il pene a forma di banana, assolutamente normale.

8) Prurito al pene – Le cause possono essere molteplici, infezioni, funghi, scabbia, pedivulosi, batteri, ma anche virus. La scarsa igiene è la causa prima del prurito e del rossore al pene.

9) Strane perdite – Potrebbe essere un segno di gonorrea o clamidia, infezioni trasmesse .

10) Guai dopo il piercing – La complicazione più comune è che il piercing va a creare una fistola uretrale, riparabile con un intervento chirurgico.

11) Impotenza – La disfunzione erettile può accadere a qualsiasi età e in qualsiasi momento. La causa più comune è psicologica, ma possono esservi anche motivi fisiologici, come problemi vascolari, neurologici o ormonali.

12) L’erezione no limits – Si chiama “priapismo”: un’erezione che non passa mai, anche dopo aver eiaculato, e dolorosa. Dura più di quattro ore, può accade in seguito all’assunzione del viagra o quando hai problemi di circolazione sanguigna, come ad esempio l’anemia falciforme.