Salute

Pillola dei 5 giorni dopo, niente obbligo di ricetta. Ma solo 1 donna su 5 lo sa

Pillola dei 5 giorni dopo, niente obbligo di ricetta. Ma solo 1 donna su 5 lo sa

Pillola dei 5 giorni dopo, niente obbligo di ricetta. Ma solo 1 donna su 5 lo sa

ROMA – La pillola dei cinque giorni dopo, anticoncezionale di emergenza, da ormai due anni può essere acquistata senza obbligo di ricetta medica per le maggiorenni. Ma solo una donna italiana su cinque lo sa. È quanto emerge da un’indagine di SWG-Health Communication.

L’indagine rileva che il 69% considera “molto importante” che una donna possa decidere e programmare quando avere dei figli e il 70% è molto favorevole all’uso di contraccettivi da parte della donna. Pur ritenendo utile ed efficace per la quasi totalità (90%) la contraccezione di emergenza, specificamente per evitare l’aborto (76%), oltre la metà delle donne intervistate la ritiene però pericolosa.

Inoltre, sempre sulla contraccezione di emergenza, c’è ancora molta confusione tra la pillola del giorno dopo e quella dei cinque giorni dopo. A  dichiarare di conoscerne la differenza solo il 17% delle donne e un’esigua minoranza attribuisce all’ulipristal acetato (il principio attivo di questo farmaco di ultima generazione) l’efficacia sin dal primo giorno dell’assunzione.

Più che informarsi dal ginecologo, dal medico di base o dal farmacista, le donne che hanno dichiarato di conoscere le differenze tra i due farmaci hanno utilizzato internet, letto riviste e giornali o si sono informate attraverso amici e parenti.

In generale, per il 50% delle intervistate è più facile acquistare contraccettivi di emergenza rispetto al passato, ma per il 20% l’acquisto resta difficile, anche se le segnalazioni riguardano solo alcune farmacie. Quello che le donne vogliono maggiori informazioni e al momento dell’acquisto di essere “accompagnate” con riservatezza e maggiore empatia, comprensione.

To Top