Blitz quotidiano
powered by aruba

Smartphone in tasca danneggia fertilità: “cuoce” spermatozoi

ROMA – Avere vicino lo smartphone per più di un’ora al giorno potrebbe “cuocere” gli spermatozoi. E’ quanto rivela un recente studio apparso sulla rivista ‘Reproductive BioMedicine’, secondo il quale, riferito agli uomini, tenere il dispositivo vicino alle parti intime può incidere sulla qualità del seme, mettendo a rischio la fertilità.

Secondo la dottoressa Martha Dirnfeld, esperta della ‘Technion University’ di Haifa, “abbiamo analizzato quantità e qualità degli spermatozoi e abbiamo visto che risultavano ridotte. Pensiamo – riporta il Mirror – che sia legato al riscaldamento dovuto all’attività elettromagnetica” del dispositivo.

I ricercatori hanno monitorato più di 100 uomini di una clinica della fertilità per un anno: secondo i dati, i livelli di spermatozoi di chi teneva lo smartphone in tasca durante il giorno è risultato gravemente colpito nel 47% dei casi contro l’11% riscontrato nella popolazione maschile in generale.

Per il professor Gedis Grudzinskas, consulente della fertilità del ‘St. George’s Hospital’ di Londra “gli uomini devono pensare al loro benessere e cercare di smettere di essere dipendenti dai propri telefoni”. Mettere il cellulare lontano dalle parti intime, sottolinea l’esperto, “può contribuire ad abbassare il rischio di ridurre il numero di spermatozoi”.


TAG: