Blitz quotidiano
powered by aruba

Sugo pronto all’astice ritirato dai supermercati: “Provoca allergie”

ROMA – Ritirato dai supermercati il sugo pronto all’astice Arbi da 220 gr: potrebbe provocare allergie. A darne notizia è la catena di grande distribuzione Coop. La stessa azienda produttrice, la Arbi Dario Spa di Monsummano Terme (Pistoia), fa sapere che di aver ritirato in via precauzionale il sugo dagli scaffali perché contiene solfiti (anidride solforosa), un allergene la cui presenza non è segnalata in etichetta.

Sul sito Arbi.it si legge:

“Invitiamo i consumatori in pos del prodotto dei lotti indicati, in caso di allergia o intolleranza ai solfiti, a non consumare il prodotto e di riconsegnarlo al punto vendita. In caso contrario consumare regolarmente il prodotto”.

Per maggiori informazioni si può contattare il numero telefonico 0572.95771 o consultare il sito web. In Italia vige l’obbligo di etichettatura riguardo alla presenza di Anidride solforosa e solfiti con concentrazioni superiori a 10 mg/kg o 10 mg/L espressi come SO2.

Quando sono addizionati a cibi e bevande sull’etichetta li trovate indicati con le sigle da E220 fino ad E228 come conservanti. Servono infatti a conservare la colorazione naturale del prodotto. Generalmente si trovano nel pesce e nei crostacei, ma anche nel vino e in molti altri alcolici, nei prodotti da forno, frutta secca, marmellate, sciroppi, succhi di frutta, insaccati, patate e conserve di pomodoro.

L’intolleranza ai solfiti può portare lievi malori, come vampate di calore, mal di testa e senso di pesantezza, perdita di peso e carenze vitaminiche, specie del gruppo B. In caso di allergia, invece, si possono sviluppare forme di orticaria, eczemi, riniti, diarrea e, nelle forme più gravi, attacchi di asma e crisi respiratorie gravi.


TAG: ,