Blitz quotidiano
powered by aruba

Tumore al seno da 15 kg asportato al Gemelli di Roma

ROMA – Tumore al seno da 15 chili asportato al Policlinico Gemelli di Roma. L’operazione è stata eseguita su una donna di 60 anni che per paura aveva lasciato progredire il cancro. 

La paziente, infatti, per il timore della malattia e per l’imbarazzo, ha atteso anni prima di rivolgersi ad un medico, e nonostante il male ha continuato la sua vita di tutti i giorni, in famiglia e al lavoro.

L’intervento, di circa tre ore, ha portato alla rimozione completa della massa tumorale. La ferita è stata ricucita senza nemmeno bisogno di dover prelevare pelle da altre parti del corpo. Il decorso post-operatorio è andato molto bene, la donna è stata dimessa e non avrà bisogno di fare interventi aggiuntivi di chirurgia plastica.

L’operazione è stata eseguita all’Unità operativa di Chirurgia senologica del Gemelli dall’équipe di Riccardo Masetti, che dirige la struttura afferente all’Area Salute della donna dell’ospedale universitario, e che al quotidiano la Stampa ha spiegato:

“Si tratta di un caso quasi unico per le dimensioni cui era arrivata questa neoplasia, cresciuta localmente in modo abnorme. Purtroppo non è la prima e nemmeno l’ultima paziente che si presenta alle cure mediche con un tumore molto grande, ma certo posso dire di non aver mai visto in 35 anni di carriera una neoplasia di queste dimensioni. Si arriva malauguratamente ancora a situazioni così estreme perché a volte la paura del tumore è talmente paralizzante da creare un circolo vizioso: ti accorgi di avere un tumore, la paura ti blocca e il tumore continua a crescere; all’angoscia per la malattia poi si somma un senso di vergogna e mortificazione, perché ci si rende conto della propria manchevolezza e insorge la preoccupazione di essere rimproverata per esempio dai familiari”.

Di solito queste situazioni si risolvono per forza quando il tumore inizia a sanguinare ed è necessario l’aiuto di un medico. Come in questo caso.

 

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'