Salute

Vaccini, M5S (Sibilia): “Noi al governo cancelleremo l’obbligo”. Grillo aveva detto…

ROMA – Vaccini, Grillo aveva detto: “Ma quando mai M5S contro i vaccini? Quando mai? Chi tira fuori questa menzogna? Quando mai?”. Ecco quando, fresco di post su facebook, a firma di deputato-portavoce M5S. Carlo Sibilia ha dato voce e corpo a un sentimento per nulla estraneo, anzi caro a M5s di vertice e di base, la diffidenza-ostilità verso i vaccini.

Nonostante Grillo avesse fatto finta di non vederle, non averle viste, ce ne sono eccome di tracce di questo sentimento in M5S. Proposte di legge e voti in Consigli Comunali e Regionali. Proposte tese a limitare l’uso e la diffusione dei vaccini, voti tesi a bloccare ogni estensione e, orrore, l’obbligatorietà, qualunque forma di obbligatorietà del vaccinarsi.

Accanto all’attività politica poi quella “scientifica”: parlamentari e attivisti M5S si sono cimentati e si cimentano con buona lena e ottimo zelo nel cercare e credere di aver, se non trovato, almeno intravisto legami tra vaccini e malattie varie susseguenti al vaccino. Nell’impossibilità di trovare concreti riscontri, hanno elaborato una teoria sublimemente ipocrita che suona così: non siamo contro i vaccini ma siamo per il controllo e la sicurezza farmaceutica. Cioè? Che vuol dire? Vuol dire che non sono apertamente contro i vaccini ma dicono che prima di vaccinarsi occorre sapere cosa c’è davvero dentro, quali sono le indagini “non pilotate” sulle conseguenze…Insomma: non vi dico di non salire sull’aereo ma prima di salire controllate cabina di pilotaggio, motori, ali e la correttezza della fisica che dice che gli arei volano, non si sa mai…

Carlo Sibilia è stato più chiaro e netto ed ha espresso una intenzione di governo: “Noi al governo cancelleremo la follia dell’obbligo delle vaccinazioni”. Ha omesso Sibilia di ricordare che l’obbligo è per andare a scuola. Ma non ha omesso di ricordare quella che è l’assoluta convinzione scientifica (l’unica?) su cui si basa la farmacologia, biologia, immunologia e medicina M5S: “Quanti Rolex ha preso la ministra Lorenzin per fare quel decreto…”. Comprensibilmente la Lorenzin lo ha querelato. Ma qui importa poco la diffamazione, importa la “scienza” del MoVimento.

E questa “scienza” dice che le medicine servono a chi le fabbrica, che i vaccini sono prodotti inutili se non dannosi messi in giro per soldi, che i medici e i biologi sono complici per soldi delle multinazionali, che scienziati e laboratori in realtà sono marketing e pubblicità e che forse, se non di sicuro, l’unica medicina che cura davvero è quella alternativa, la non scienza che viene nascosta e perseguitata dalla scienza ufficiale corrotta e venduta (salvo poi non spiegare perché le medicine e cure “alternative” fruttano pacchi di soldi a chi le fabbrica, vende e pratica).

In nome di questa “scienza” che la sa lunga e vera Sibilia M5S annuncia che in Italia “non c’è nessuna emergenza sanitaria che giustifichi follia obbligo vaccinazioni”. Secondo Sibilia le migliaia di casi di morbillo se le sono inventati quelli che vendono vaccino o Rolex che per Sibilia in fondo sono gli stessi. Grillo chiedeva, faceva finta di chiedere: quando mai noi contro i vaccini? Ecco quando, come, chi, dove e perché.

 

To Top