Salute

Vaccini a scuola: basta l’auto dichiarazione. Ecco come si fa

Vaccini a scuola: basta l'auto dichiarazione. Ecco come si fa

Vaccini a scuola: basta l’auto dichiarazione. Ecco come si fa

ROMA – Vaccini a scuola: basta l’auto dichiarazione. Ecco come si fa. I circa 800mila scolari e studenti italiani di asili, elementari, medie e superiori, da quest’anno dovranno esibire un attestato che certifichi di essere stati vaccinati, o di essere in procinto di essere vaccinati, per essere iscritti a scuola.

Ma non è una cosa difficile (a dispetto di una certa isteria tra i genitori): perché i ragazzi possano entrare in classe basta dichiarare per iscritto, su un semplice foglio, o via mail, di aver richiesto le iniezioni mancanti (quelle che mettono l’ansia ai genitori che pensano di non essere in regola). Basta una semplice autocertificazione. Per tutte le scuole: pubbliche, private, paritarie, istituti stranieri. Vediamo in dettaglio i passi da compiere.

Basta l’auto dichiarazione. Su un foglio, o via mail, bisogna dichiarare per iscritto che si è proceduto alla richiesta di appuntamento telefonico con la Asl di appartenenza: va riportata la data in cui verrà effettuata la vaccinazione. Valgono le mail all’indirizzo di posta elettronica ordinaria (Peo), o quella di posta elettronica certificata (Pec) della Asl. Vale la raccomandata con ricevuta di ritorno. Vale, come soluzione estrema, sottoscrivere un foglio dove il genitore attesta di aver fatto richiesta di appuntamento ai servizi di vaccinazione.

Le date utili: 11 settembre, 31 ottobre, 10 marzo. La data della circolare riporta il 10 settembre, ma è domenica: quindi, entro il lunedì 11 settembre i genitori di bambini iscritti all’asilo nido o alla materna devono presentare la documentazione (i certificati di vaccinazione o, come abbiamo visto sopra, l’auto dichiarazione di aver preso appuntamento). La consegna della documentazione è importante: senza il figlio dal 12 settembre non può frequentare. L’iscrizione a scuola resta valida se nei giorni successivi si adempie all’obbligo di presentazione dei documenti. Per elementari, medie e superiori la documentazione va presentata entro il 31 ottobre, ma c’è tempo per completare l’iter vaccinale fino al 31 marzo (cioè ai ragazzi inadempienti fino al 31 marzo è consentito frequentare).

 

To Top