Blitz quotidiano
powered by aruba

Vitamina C, stretching, filo…le buone abitudini inutili

ROMA – Vitamina C per prevenire malattie o affezioni da raffreddamento? Qualche medico, più d’uno (soprattutto se insistete tanto per avere qualcosa da prendere contro il raffreddore) la consiglia o prescrive. Ma in realtà la vitamina C contro raffreddore e affini non serve a niente, è inutile. (A proposito, nonostante la cosa risulti incredibile ai più, gli umani qualcosa che curi e faccia passare il raffreddore non l’hanno ancora inventata. Ai più risulta appunto incredibile e infatti assumono un sacco di farmaci e para farmaci contro il raffreddore assolutamente inutili).

Filo interdentale come unica vera prevenzione della carie? Moltissimi dentisti lo sostengono e prescrivono. Ma la buona abitudine del filo interdentale è tanto buona quanto inutile. Uno spazzolino elettrico due volte al giorno fa più e meglio per la salute dei denti.

Cinque porzioni al giorno di frutta e verdura come base alimentare di buona salute? Lo dice OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità. Ma perché cinque? In alcuni paesi dicono sei, in altri sette, in altri addirittura dieci e qualcuno dice quattro. Per non dare i numeri, fermo restando che frutta e verdura nella dieta fanno bene alla salute, la storia delle cinque porzioni è una storia inutile. La buona abitudine è la frutta e la verdura, le cinque porzioni in quanto sono prescrizione a caso.

Otto bicchieri d’acqua al giorno da bere come misura per non essere inconsapevolmente disidratati? Otto bicchieri è una misura a caso, gettata lì all’ingrosso…La vera misura varia da individuo a individuo. Se volete sapere se siete idratati o no, allora guardate il colore delle vostra pipì: se chiara, quasi bianca, siete idratati. Più è scura la pipì invece più sarà il caso che assumiate acqua.

Buccia della frutta o verdura da buttare prima di mangiare? Fatelo se volete, ma sappiate che buttate se non il meglio del gusto il molto del valore nutrizionale dell’alimento.

Stretching per rilassare e carezzare i muscoli, per prepararli all’attività? Se non siete un atleta professionista o quasi lo stretching non serve a nulla prima. Nonostante legioni di tennisti dilettanti di ogni età ed eserciti di calciatori amatoriali e fiumane di runner urbani di stretching si dilettino e discettino, l’infinita scena del loro “allungare” quadricipiti e gemelli è la scena di un agitarsi per nulla. Se non siete atleti professionisti lo stretching ai muscoli fateli a muscolatura calda e non fredda.

L’elenco delle abitudini tanto buone quanto inutili è stato stilato sugli esiti delle ricerche della Academy Medical Colleges (le più autorevoli istituzioni mediche britanniche), compilato sul Guardian e ripreso in Italia dal Corriere della Sera.