Blitz quotidiano
powered by aruba

Zanzara tigre porta Zyka. Oms: “Paesi europei si preparino”

ROMA – I paesi europei, tra cui l’Italia, dove è presente la zanzara Aedes Albopictus (la cosiddetta zanzara tigre), devono prepararsi a proteggere la popolazione da potenziali contagi da virus Zika. Lo afferma un documento di risk assessment pubblicato oggi dall’ufficio europeo dell’Oms. “Nella regione europea il rischio di trasmissione locale del virus Zika è basso in inverno, perché la zanzara è ancora inattiva – sottolinea il documento -.

In primavera ed estate il rischio aumenta. Mentre la aedes aegypti è il vettore primario, la aedes albopictus, che è presente in 20 paesi europei, può trasmettere il virus e rimane un potenziale vettore per la sua diffusione”. Nella regione, sottolinea il documento, la aedes aegypti è presente nell’isola di Madeira e sulla costa nord orientale del mar Nero, mentre la albopictus è in Albania, Bosnia Herzegovina, Bulgaria, Croazia, Francia, Germania, Ge, Grecia, Israele, Italia, Malta, Monaco, Montenegro, Romania, San Marino, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia e Città del Vaticano.

La risposta, spiega l’Oms, deve basarsi su quattro ‘pilastri': “Il rischio di un focolaio in Europa non va sottovalutato – si legge -, la risposta si basa sulla sorveglianza e il controllo dei vettori, su quella del virus, con un forte sistema di ‘early warning’, sulla capacità di confermare rapidamente in base alla analisi di laboratorio una eventuale trasmissione locale o una complicazione relativa, sulla comunicazione del rischio specialmente alle donne incinte”.