Blitz quotidiano
powered by aruba

Spazio. Conto alla rovescia per la discesa dell’ Europa su Marte

ROMA – Conto alla rovescia per lo storico arrivo su Marte della missione europea ExoMars: alle 16:42 (ora italiana) del 19 ottobre il lander Schiaparelli affronterà una discesa mozzafiato di sei minuti durante la quale i suoi sensori entreranno in azione per catturare dati e toccherà il suolo del pianeta rosso alle 16:48 italiane.

La missione ExoMars, gestita dalle agenzie spaziali di Europa (Esa) e Russia (Roscosmos), avrà così raggiunto il suo primo grande obiettivo e può guardare al futuro, in vista della sua seconda fase attualmente prevista per il 2020. L’avvicinamento a Marte di Schiaparelli “procede nortmalmente, tutto è perfetto”, ha detto Walter Cugno, direttore del programma Exomars per la Thales Alenia Space (Thales – Leonardo Finmeccanica).

Adesso il veicolo è stato ibernato per risparmiare energia, ha aggiunto, e si ‘risveglierà’ domani alle 15:37 italiane, per preparasi alla discesa. In quel momento il lander accenderà il computer di bordo e tutti gli strumenti che gli permetteranno di eseguire il controllo completo delle sue condizioni. Quando entrerà nell’atmosfera, alle 16:42, i suoi strumenti scientifici saranno ancora silenziosi, mentre tutti i sensori entreranno in piena attività per raccogliere dati sull’atmosfera marziana, dalla temperatura alla pressione, all’umidità.

Non appena Schiaparelli toccherà il suolo di Marte, alle 16:48, si troverà nel pieno di una tempesta di sabbia; in quel momento si accenderanno anche gli strumenti scientifici di bordo, come il Dreams. La conferma dell’arrivo di Schiaparelli arriverà, però, solo intorno alle 18:30 italiane. I primi segnali attesi saranno quelli della sonda Mars Express, dell’Esa, e poi dalla sonda Mro (Mars Reconnaissance Orbiter) della Nasa. “La conferma che tutto è andato bene – ha aggiunto Cugno – l’avremo però solo il giorno dopo”, quando saranno giunti a Terra tutti i dati dell’orbiter della missione ExoMars, il Tgo (Trace Gas Orbiter).