Blitz quotidiano
powered by aruba

American Express inaugura la sezione “Viaggi”

MILANO – American Express compie 100 anni e a Milano ha deciso di festeggiare l’evento alla Bocconi presentando Travel (Viaggi per la versione italiana del sito), la piattaforma online dedicata al comparto viaggi. “Oggi chi viaggia, penso alla generazione dei 40enni come al target giovane dei Millennials, chiede informazioni, velocità e sicurezza, non vuole solo trovare l’affare – spiega, intervistata da Italia Oggi – Melissa Peretti, country manager di American Express Italia – Questo offriamo con Viaggi. I primi a sperimentare la piattaforma sono stati i posri di carta Payback (il programma di loyalty sviluppato da AmEx che coinvolge diversi partner da Carrefour a Esso fino ad Alitalia, ndr). La piattaforma Travel è un sistema aperto che grazie alla presenza di diversi partner ci insegnerà a conoscere i consumatori e a garantire loro l’esperienza di viaggio più adatta”.

Alla tavola rotonda «Quale futuro per il turismo?», organizzata da AmEx con il Met (Master in economia del turismo) della Bocconi, sono intervenuti, fra gli altri, Lucio Attinà, a.d. di Alitalia Loyalty, Fabio Galetto, business unit director di Google Italia, Elisabetta Fabri, presidente e a.d. della catena Starels, Jacopo Biondi Santi, delle cantine Biondi Santi e Leonardo Massa, country manager di Msc Crociere. Mentre Dorina Bianchi, sottosegretario al ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha parlato della riforma costituzionale che valorizzerà l’intero comparto turistico.

“Un sito internet ormai è poco più di un biglietto da visita”, racconta Fabio Galletto, business unit director di Google, “la misura del successo di un operatore si misura nell’utilità della sua risposta. Il tempo medio per una ricerca è di 18 secondi, è sceso di un secondo negli ultimi 5 anni. Si accede tramite mobile perché il 54% delle persone lo considera più veloce. Il nostro lavoro è cogliere l’intento dell’utente da qui deve partire la personalizzazione dell’offerta nei tempi”. Gli attori del travel dovrebbero fare uso di quello che Google definisce re-marketing: “Se quando acquisto un paio di pantaloni il web mi chiede se voglio completare il look, allo stesso modo l’operatore deve seguire i gusti per completare l’offerta”.

Secondo la ricerca condotta da American Express gli elementi irrinunciabili per il 93% dei viaggiatori sono un servizio personalizzato e un’interazione personale. Per l’85% il viaggio deve essere espressione del proprio stile di vita.

Il concetto di esclusività per American Express è cambiato molto. “Non è più solo sinonimo di prodotti e servizi per un target con un’elevata capacità di spesa, ma un insieme di strumenti che danno accesso a esperienze personalizzate e uniche”, conclude Peretti. “Abbiamo sempre concepito i nostri prodotti focalizzandoci sui bisogni della clientela non solo dal punto di vista finanziario, ma abbracciando altre necessità legate appunto al viaggio, al tempo libero e anche alle necessità quotidiane”.