Blitz quotidiano
powered by aruba

Artico, 5 scienziati intrappolati in base di ricerca: ostaggio degli orsi

ROMA – Cinque scienziati sono rimasti intrappolati all’interno di un’unità di ricerca artica da due settimane, ostaggi di orsi polari che hanno “assediato” la stazione climatica e mangiato il loro cane. I ricercatori, da agosto sono accampati all’interno di una stazione meteorologica sulla minuscola e remota isola di Troynoy, nel mar di Kara, in Russia. I cinque non hanno modo di uscire dalla base in quanto sembra che dieci orsi adulti l’abbiano circondata. Uno di questi animali passa le notti sotto a una finestra, impedendo ai membri dello staff di uscire fuori.

Prima della partenza, agli scienziati era stato raccomandato di non abbandonare la stazione, se non per motivi davvero necessari, scrive il Daily Mail. Gli orsi lasceranno l’isola verso la fine di ottobre, quando i ghiacci cominceranno a formarsi e gli animali andranno in cerca di cibo.

Le autorità russe stanno inviando rinforzi, tra cui dei cani e delle torce per spaventare gli orsi, ma il viaggio della nave potrebbe durare circa un mese. Uccidere orsi polari è illegale in Russia, i ricercatori possono usare solo fuochi d’artificio e proiettili di gomma per spaventare gli animali e fare in modo che si allontanino.

Immagine 1 di 2
  • Artico, 5 scienziati intrappolati in base di ricerca: ostaggio degli orsi 2
  • Ansa
Immagine 1 di 2