Scienza e Tecnologia

Dolce, amaro, salato, battezzato il settimo gusto: il carboidrato

Carboidrato-settimo-gusto
Carboidrato-settimo-gusto

Dolce, amaro, salato, battezzato il settimo gusto: il carboidrato

ROMA – Dolce, salato, amaro, aspro, grasso e umami, il sapore del glutammato, cioè carne, formaggi e altri alimenti ricchi di proteine. Sono questi i sei gusti principali, ai quali da oggi se ne aggiunge un settimo: il carboidrato. Lo hanno identificato i ricercatori australiani della Deakin University.

Secondo gli studiosi le persone sensibili al gusto di pasta, pane e patate, che amano questi alimenti, ne consumano di più e questo irrimediabilmente finisce con l’aumentare il girovita. Per la ricerca, pubblicata sul Journal of Nutrition, sono state prese in esame 34 persone, trovando correlazioni significative tra quanto alcune di loro fossero sensibili ai carboidrati (in particolare maltodestrina e oligofruttosio), il consumo, la quantità di energia assunta e il girovita. “Coloro che erano più sensibili al gusto del carboidrato mangiavano una quantità maggiore di alimenti che li contenevano e avevano un girovita più ampio” spiega Julia Low, una delle autrici dello studio.

I ricercatori evidenziano che i carboidrati per tanto tempo sono stati considerati invisibili al gusto. “È in genere lo zucchero, con il suo gusto dolce che provoca piacere, il carboidrato è più ricercato” , precisa il professor Russell Keast, autore principale della ricerca. “Ma il nostro studio – conclude – ha dimostrato che esiste una qualità del gusto percepibile da altri carboidrati indipendenti dal gusto dolce”.

 

To Top