Blitz quotidiano
powered by aruba

ExoMars a caccia di vita su Marte: sonda lanciata con Proton

BAIKONUR – La sonda ExoMars è partita per Marte a caccia di vita aliena il 14 marzo dalla base russa di Baikonur, in Kazakhstan. Lanciata con il razzo Proton, la sonda e il modulo di atterraggio sono il frutto di una collaborazione tra l’European Space Agency, Esa, l’Agenzia spaziale italiana, Asi, e la Russia con Roscosmos. Al progetto che ha l’obiettivo di cercare traccie di vita microbica sul pianeta rosso hanno preso parte anche le industrie Finmeccanica e Thales Alenia Space Italia.

Il lancio della sonda ExoMars, che arriverà sul pianeta rosso il prossimo ottobre 2016, è solo la prima fase della missione. La seconda fase è prevista nel 2018 e dovrà portare sulla superficie marziana un rover equipaggiato con un trapano che perforerà il suolo fino a due metri di profondità. Il Proton sta portando in orbita la sonda Tgo (Trace Gas Orbiter), che resterà nell’ orbita di Marte per sette anni, e il lander Edm (Entry, Descent and Landing Demonstrator), il veicolo dedicato all’astronomo italiano Giovanni Schiaparelli, che dovrà dimostrare la capacità dell’Europa di posarsi sul suolo di Marte.

Notizie sulla missione sono attese alle 21,15 italiane, quando i due veicoli della si separeranno dall’ultimo stadio del Proton, e alle 22,28 è prevista l’acquisizione del segnale dalla base dell’Asi a Malindi: sarà la conferma che la sonda e il modulo Schiaparelli sono nella posizione voluta per raggiungere Marte. Il viaggio durerà circa sette mesi e l’arrivo nell’orbita di Marte è previsto per il prossimo 16 ottobre, quando il modulo Schiaparelli si sgancerà per scendere sul pianeta, il 19 ottobre.

(Credit Po: European Space Agency)

Immagine 1 di 4
  • ExoMars a caccia di vita su Marte: sonda lanciata con Proton
Immagine 1 di 4

 


PER SAPERNE DI PIU'