Blitz quotidiano
powered by aruba

Google car senza pilota: ora riconosce polizia e ambulanze

LONDRA – Quando si tratta di sviluppare delle auto che si guidano da sole, Google è uno dei principali contendenti.  La compagnia ha già rivelato che, secondo un brevetto depositato, sta lavorando a un modo per permettere alle proprie vetture di accostare qualora stia passando una macchina della polizia o un qualsiasi veicolo d’emergenza.

La tecnologia, userebbe dei filtri per riconoscere le luci rosse e blu, solitamente posizionate sulle ambulanze o sulle macchine della polizia. Alcuni software determineranno se le luci lampeggiano o meno, e saranno in grado di identificare quale tipo di veicolo si sta avvicinando, calcolando lo spazio fra le luci. La macchina capirà da sola che deve spostarsi, ovviamente non creando incidenti, per esempio finendo addosso a un albero o fuori strada.
Google afferma che questo tipo di tecnologia aiuterà a ridurre i ritardi dei veicoli d’emergenza e il rischio di incidenti grazie ai sensori posti sulle auto.

Nonostante ciò, la tecnologia delle auto che si guidano da sole ha ancora molta strada da fare: secondo un sondaggio, i veicoli automatici causano ancora molti incidenti, rispetto a quelli guidati da una persona. In nessuno di questi casi, però, l’incidente era stato causato dalla macchina automatica.


TAG: