Blitz quotidiano
powered by aruba

iPhone 6s scontato? Da giugno a settembre non si compra

ROMA – “E’ un cattivo momento per comprare un iPhone“. Titolava così qualche giorno fa un articolo a tutta pagina del Wall Street Journal sostenendo che questo è il peggior momento per decidere di cambiare telefono. E il motivo è quasi scientifico: a settembre esce il nuovo modello, succede tutti gli anni. Neanche il tempo di assaporarlo e il vostro nuovo telefono sarà già sorpassato. Se invece non siete fanatici dell’ultimo modello a tutti i costi, non sarebbe comunque un buon affare perché a quel punto i prezzi di quelli attuali scenderanno. E’ una regola non scritta, afferma l’autrice dell’articolo, che gli amanti del melafonino conoscono bene: passato giugno, lo smartphone non si cambia. Meglio aspettare settembre.

Le ragioni, spiega il Wall Street Journal, sono almeno tre. Primo. Sono quasi 10 anni che la Casa di Cupertino ci tiene agganciati con la liturgia del nuovo iPhone che esce ad anni alterni: un anno Apple lancia quello veramente nuovo, siamo in attesa del numero 7, l’anno successivo invece esce un modello migliorato, contraddistinto nel nome dall’aggiunta di una S. Secondo. Tappatevi le orecchie perché non importa che stagione dell’anno sia, Apple cercherà sempre di vendervi un iPhone. Attualmente per il top di gamma possono bastare 557 euro per chi sceglie la strada del web. Terzo. I nuovi iPhone arriveranno a settembre e a quel punto i prezzi dei modelli attuali sono destinati a calare.

In realtà quest’anno vale ancora di più la pena di aspettare perché nel 2017 si festeggeranno i 10 anni di iPhone: difficile che la Casa di Cupertino lasci passare una data miliare in sordina con una misera versione aggiornata. Secondo melafonisti e stampa specializzata è in arrivo una vera e propria rivoluzione. Certo è che se avete davvero bisogno di un telefono nuovo, difficilmente riuscirete a tirare avanti per un altro anno e mezzo.

Il Wall Street Journal però sottolinea che i tempi sono cambiati e la consuetudine di cambiare iPhone ogni anno da parte dei più affezionati consumatori della mela morsicata è venuta meno. Più nel dettaglio tira in ballo un report di Consumer Intelligence Research Partners secondo cui il 12% dei posri di iPhone tiene il proprio device per più di 3 anni: una percentuale che era del 5% solo due anni fa.

Infine, l’articolo si focalizza sulle novità e le caratteristiche tecniche che potrebbero segnare l’iPhone 7: più sottile e più resistente all’acqua, grazie anche all’eliminazione dell’ingresso per le cuffie; tasto Home integrato nel display; ritorno del taglio di memoria da 32 GB e scomparsa di quello da 16 GB; equipaggiamento con il nuovo sistema operativo iOS 10; doppio sensore nella fotocamera posteriore del modello Plus con schermo da 5,5 pollici.


TAG: ,