Blitz quotidiano
powered by aruba

Islanda, due terremoti nel vulcano Katla: non erutta dal 1918

REYKJAVIK – Due terremoti di magnitudo rispettivamente 4,2 e 4,5 sono stati registrati vicino al vulcano Katla, in Islanda, che non erutta dal 1918. Le scosse sono state monitorate dall’Iceland Meteorological Office, che ha spiegato come i terremoti abbiano avuto epicentro proprio nella caldera del vulcano, uno dei più grandi dell’isola. Il timore che una eruzione si stia avvicinando è ora alto, dato che il vulcano ha un ciclo di eruzione di circa 80 anni e che l’ultima è stata registrata quasi 100 anni fa.

Il sito del Daily Mail riporta la preoccupazione del geofisico Gunnar Gudmundsson, che ha spiegato come le due scosse forti registrate la mattina di lunedì 29 agosto siano inusuali, ma non il segno certo di una eruzione imminente. D’altronde, ha sottolineato il geofisico, la popolazione si prepara ad una probabile eruzione del vulcano Katla da 50 anni.

L’Islanda è un’isola vulcanica che si trova nell’oceano Atlantico e l’attività vulcanica è alta. Nell’aprile del 2010 l’isola aveva attirato l’attenzione internazionale dopo che l’eruzione del vulcano Eyjafjallajokul ha causato lo stop ai voli in tutta l’Europa per giorni a causa delle ceneri immesse nell’atmosfera, causando la cancellazione di milioni di voli.

Nel 2014 inveve una eruzione vulcanica ha dato vita alla caldera più grande mai osservata dopo l’esplosione che ha lanciato lava e ceneri per 6 mesi nei cieli islandesi. Si tratta dell’eruzione del Bardarbunga, la più forte in Europa negli ultimi 240 anni, che ha rilasciato 2 chilometri cubi di materiale vulcanico.


PER SAPERNE DI PIU'