Scienza e Tecnologia

Istanbul, l’allarme: “Un terremoto di magnitudo 7 potrebbe devastare la città”

Istanbul, l'allarme: "Un terremoto di magnitudo 7 potrebbe devastare la città"

Istanbul, l’allarme: “Un terremoto di magnitudo 7 potrebbe devastare la città”

ISTANBUL – Un gruppo di scienziati ha messo in guardia su un possibile, quanto catastrofico, terremoto di magnitudo 7 che potrebbe devastare la città di Istanbul.
Secondo le previsioni, l’epicentro del sisma sarebbe nella parte nord dell’Anatolia, una zona che conta più di 15 milioni di abitanti e frequentata da migliaia di turisti; gli esperti hanno spiegato che, prima che la terra cominci a tremare, i segnali di avvertimento potrebbero essere minimi. Lo studio, condotto da un gruppo di scienziati e sismologi guidati da Marco Bohnohff del Gfz, centro tedesco di geoscienze a Helmotz Postdam, ha evidenziato una pericolosa faglia lunga 20 km, profonda quasi dieci, capace di generare un sisma di magnitudo 7, o maggiore, della scala Richter, spiega il Daily Mail.
“Un numero sempre più elevato di terremoti si sta generando sotto il Mare Marmara occidentale. Da ciò possiamo dedurre che le due placche tettoniche si stanno lentamente avvicinando tra loro” ha spiegato il prof. Bohonoff.
L’ultimo terremoto che colpì la città avvenne nel 1894, in cui persero la vita non meno di 1.349 persone.
La faglia presente nel nord dell’Anatolia è nota a sismologi e studiosi perché di tipo “trascorrente”: le placche si spostano orizzontalmente l’una di fronte all’altra in direzioni opposte, generando così il sisma.
La zona è in costante studio perché nel 1999, ad Izmit, sud di Istanbul, ci fu un terremoto che uccise 17.118 persone, uno dei più violenti nella storia dei sismi dell’Europa moderna.

To Top