Scienza e Tecnologia

Con le lacrime si può produrre elettricità

Con le lacrime si può produrre elettricità

Con le lacrime si può produrre elettricità

ROMA – Con le lacrime si può produrre elettricità. Un team di ricercatori dell’Università di Limerick, in Irlanda, ha individuato la possibilità di produrre elettricità dalle lacrime e da altre secrezioni umane. Un enzima chiamato lisozima, genera corrente quando è soggetto a deformazione.

Il lisozima è un enzima presente in numerose secrezioni, tra cui il muco, la saliva e le lacrime. È dotato di attività battericida, in quanto capace di rompere la parete di alcuni batteri. Lo studio dell’Università di Limerick ha permesso di scoprire che, nella sua forma cristallizzata, il lisozima può anche essere manipolato per produrre energia elettrica.

Applicando una pressione a una pellicola di cristalli di lisozima si dà luogo al cosiddetto effetto piezoelettrico. In pratica, lo stress meccanico fa sì che i cristalli si polarizzino, generando una differenza di potenziale che può essere a sua volta sfruttata per raccogliere energia elettrica.

To Top