Blitz quotidiano
powered by aruba

Onde gravitazionali: si sono formate 100 volte più velocemente di quanto ipotizzato

 

ROMA – Le onde gravitazionali si sarebbero formate molto più velocemente di quanto ipotizzato fino ad oggi. Una nuova simulazione sulla fusione di due buchi neri supermassivi è stata elaborata dagli scienziati della University of Zurich, in collaborazione con l’Institute of Space Technology di Islamabad, l’University of Heidelberg e la Chinese Academy of Sciences

Davide Patitucci sul sito dell’Agenzia Spaziale Italiana, Asi, spiega che i ricercatori hanno simulato la collisione di due galassie e calcolato che occorrono circa 10 milioni di anni dall’inizio di questo processo di fusione affinché si producano le increspature dello spazio-tempo: un tempo di formazione nettamente inferiore di 100 volte ai tempi stimati.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica The Astrophysical Journal dal il team di scienziati e Lucio Mayer, dell’Institute for Computational Science dell’University of Zurich, ha spiegato:

“Il risultato è stato sorprendente – commenta Lucio Mayer, dell’Institute for Computational Science dell’University of Zurich -. La fusione tra i due buchi neri ha prodotto le prime onde gravitazionali dopo 10 milioni di anni, circa 100 volte più rapidamente, quindi, di quanto ipotizzato finora”.

La simulazione ha richiesto più di un anno ed è stata condotta in Cina, a Zurigo, e ad Heidelberg. “I nostri calcoli – concludeMayer – consentono di effettuare robuste previsioni sul tasso di fusione tra buchi neri supermassicci nei primi stadi di vita dell’universo”. Secondo gli autori, lo studio potrebbe dare un prezioso contributo alla messa a punto della missione eLISAdell’ESA. Una missione che nei prossimi vent’anni consentirà agli scienziati di catturare le onde gravitazionali direttamente dallo spazio”.

Initialize ads