Scienza e Tecnologia

Ragni potrebbero mangiare tutta la razza umana in un anno ma…non lo fanno

Ragni potrebbero mangiare tutta la razza umana in un anno ma...non lo fanno

Ragni potrebbero mangiare tutta la razza umana in un anno ma…non lo fanno

ROMA – I ragni sono predatori molto voraci in grado di mangiare tra i 400 e gli 800 milioni di tonnellate di prede in un anno. Se solo volessero, dunque, potrebbero mangiare l’intera popolazione umana. Questo il risultato dello studio pubblicato dallo zoologo  Martin Nyffeler, dell’università svizzera di Basilea, e dal biologo Klaus Birkhofer, che lavora presso l’università tecnica tedesca di Brandeburgo e l’ateneo svedese di Lund.

Il lavoro pubblicato sulla rivista The Science of Nature spiega come i ragni sono in grado ogni anno di ingurgitare una quantità di biomassa impressionante, se si considera che l’uomo consuma circa 400 milioni di tonnellate di carne e pesce all’anno. Secondo le stime dei ricercatori, i ragni sarebbero tra i predatori più diffusi e diversificati al mondo, con oltre 45.000 specie, una densità di popolazione pari a mille individui per metro quadro e una biomassa complessiva di 25 milioni di tonnellate.

Considerando le quantità di cibo che consumano per sopravvivere e le potenzialità predatorie che hanno nei diversi ecosistemi, si è calcolato che uccidano da 400 a 800 milioni di tonnellate di prede ogni anno su scala globale, molto più di quanto non facciano gli umani (fermi a circa 400 milioni di tonnellate), i cetacei (280-500 milioni di tonnellate) o gli uccelli marini (70 milioni di tonnellate).

I ragni che vivono negli ambienti incontaminati come le foreste, la savana e le praterie, contano per il 95% dell’attività predatoria totale, mentre i ragni delle aree rurali e urbane danno un contributo nettamente inferiore a causa dell’interferenza dell’uomo. Dallo studio emerge anche l’importanza dei ragni nel ruolo di prede: vengono infatti mangiati da quasi 5.000 specie di uccelli e quasi 8.000 specie tra parassiti e predatori specifici.

Le prede dei ragni sono per il 90% insetti e collemboli, ma i grandi ragni tropicali possono occasionalmente uccidere anche piccoli vertebrati come rane, lucertole, serpenti, uccelli e pipistrelli. Ma se invece degli animali, decidessero di attaccare l’uomo? Stimiamo, anche se semplicisticamente, la biomassa umana. Assumendo un peso medio di 80 chili per individuo e contando su una popolazione mondiale di 7,5 miliardi di persone, si raggiungerebbe un valore di 600 milioni di tonnellate di biomassa per la specie umana. Se solo volessero, i ragni, potrebbero decimarci in un solo anno ma, fortunatamente, non siamo di loro gusto.

To Top