Blitz quotidiano
powered by aruba

Sim Card addio. Pronta la eSim. Un click e cambi operatore

ROMA –  Le Sim Card, le schede con il chip dorato che da sempre abbiamo inserito nei telefonini per accedere ai servizi mobili, sembrano vicine alla pensione. Samsung ha infatti annunciato il primo dispositivo al mondo che al posto della Sim tradizionale adotta una eSim. E’ un chip già integrato nel device e non più, quindi, fornito dalla compagnia telefonica, e consente di cambiare operatore con un click.

La eSim equipaggerà lo smartwatch Gear S2, nei negozi a marzo. La novità è resa possibile dalla Gsma – l’associazione degli operatori di telefonia mobile che organizza il Mobile World Congress di Barcellona, al via nel weekend – che ha annunciato le specifiche delle eSim per smartwatch, smart band e tablet. Lo standard di mercato delle nuove schede per smartphone, invece, arriverà a giugno.

Il cambiamento è notevole: la Sim Card è associata a un operatore, e per cambiare compagnia bisogna cambiare anche la scheda. La eSim consente invece di cambiare operatore e offerta con un tocco sullo schermo. Si potranno quindi scegliere i piani tariffari più convenienti in base alle esigenze del momento. Il funzionamento è simile a quello della Apple Sim, introdotta da Apple su alcuni iPad.

Altro vantaggio della eSim è la dimensione ridottissima, che la rende più facile da integrare nella cassa di uno smartwatch rispetto alla Sim Card, che pure su questo fronte ha fatto passi da gigante: alle prime schede, grandi quanto una carta di credito, negli anni sono seguite le ‘mini’, le ‘micro’ e le attuali ‘nano’.