Blitz quotidiano
powered by aruba

Solstizio d’estate 2016 e Luna piena “di fragola”: non accadeva dal 1967

ROMA – Il 21 giugno sarà il giorno più lungo dell’anno con oltre 15 ore e 15 minuti di luce. A salutare il solstizio d’estate, 34 minuti dopo la mezzanotte, ci sarà la Luna piena in compagnia di Marte e Saturno, una coincidenza astronomica che non si verificava dal 1967.

Una “Luna di fragola“, nome usato dai nativi americani non per indicarne il colore, ma il tempo di raccolta di questi frutti che cade proprio nel mese di giugno. Se in Italia il giorno del solstizio sarà accompagnato da un meteo con temperature oltre i 30 gradi, che segnano il passaggio all’estate, in Gran Bretagna sono oltre 25mila le persone attese al sito di Stonehenge per celebrare il rito di inizio estate, come da tradizione pagana dei drudi.

Gianluca Masi, astrofisico e responsabile del Virtual Telescope, ha spiegato che il solstizio d’estate, che nell’emisfero australe segna l’inizio dell’inverno, avviene quando

“il Sole nel suo moto apparente lungo le costellazioni dello Zodiaco si trova più a Nord rispetto all’Equatore celeste”.

Il solstizio si verifica quando l’asse di rotazione terrestre raggiunge la massima inclinazione rispetto al Sole  e proprio questa posizione del nostro astro garantisce la massima permanenza al di sopra dell’orizzonte, regalandoci un periodo di luce di massima durata che farà del 21 giugno il giorno più lungo dell’anno. Ad esempio a Roma il 21 giugno il Sole sorgerà alle 5,34 e tramonterà alle 20,48.

La Luna piena poi sarà pronta in cielo per dare il benvenuto al primo giorno d’estate e sarà la più bassa sull’orizzonte dall’inizio del 2016, perché spiega Masi:

“Se il Sole è nel punto più a Nord, la Luna piena, che è opposta al Sole, si troverà nel punto più a Sud. Essendo bassa sull’orizzonte ci saranno anche maggiori possibilità di fare belle foto perché la Luna potrebbe ‘infilarsi’ in qualche scorcio del paesaggio”.

In Gran Bretagna invece ci saranno circa 25mila persone pronte a celebrare il solstizio d’estate nel sito archeologico di Stonehenge, scrive il Daily Mail, che secondo la tradizione pagana dei druidi è considerato “magico”, un evento in grado di donare grande potere. Il motivo è la particolare disposizione delle pietre che costituiscono il sito di Stonehenge, che sono allineate con il sorgere del Sole proprio durante i due solstizi, quello invernale e quello estivo.

Il solstizio d’estate del 21 giugno 2015 visto da Stonehenge su YouTube:


PER SAPERNE DI PIU'