Scienza e Tecnologia

Sonda Cassini scopre un “grande vuoto” intorno a Saturno: i primi dati dei suoi tuffi

Sonda Cassini scopre un "grande vuoto" intorno a Saturno: i primi dati dei suoi tuffi

Sonda Cassini scopre un “grande vuoto” intorno a Saturno: i primi dati dei suoi tuffi

ROMA – Un grande vuoto circonda il pianeta Saturno. Questa la scoperta dai primi dati del tuffo della sonda Cassini, che il 26 aprile ha iniziato le manovre del suo Grand Finale che la porterà al termine della missione il prossimo 15 settembre. La sonda frutto della collaborazione fra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi) ha fatto solo il primo dei 22 tuffi che la porteranno ad entrare nell’atmosfera del pianeta e tra i suoi anelli per svelarne i misteri e intanto ha già stupito i ricercatori: tra gli anelli e il pianeta ci sarebbe una zona completamente vuota, sia di polveri che di particelle.

L’appuntamento con il secondo dei 22 tuffi totali è fissato alle 21,38 ora italiana del 2 maggio ma i contatti con la sonda potranno essere ripristinati solo dopo diverse ore, quando arriveranno le nuove immagini degli strati più interni degli anelli di Saturno. Nel frattempo però i dati arrivati dal primo tuffo, completato il 26 aprile, avrebbero stupito i ricercatori perché indicherebbero che la regione tra il pianeta e gli anelli più interni sarebbe praticamente del tutto vuota, priva di polveri e particelle. Nessuna sonda finora si era mai avvicinata tanto alla superficie di Saturno e uno dei maggiori timori era che nell’attraversare il piano degli anelli Cassini potesse scontrarsi con una gran quantità di particelle e polveri.

San raffaele

Proprio per questo il primo tuffo era stato pianificato di ‘spalle’, ossia ruotando la sonda mettendo la grande antenna parabolica di 4 metri di diametro a proteggere gli altri strumenti come uno scudo durante il transito tra le polveri. Ma analizzando i dati raccolti dalla parabola, in cerca degli urti con le particelle, i ricercatori hanno scoperto che lo spazio attraversato da Cassini è molto più ‘vuoto’ del previsto: la sonda avrebbe incontrato solo pochissime particelle e nessuna più grande di 1 millesimo di millimetro.

(Credito image: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute)

To Top