Blitz quotidiano
powered by aruba

Triangolo delle Bermuda, mistero risolto? Bombe d’aria con super venti…

ROMA – Risolto il mistero del Triangolo delle Bermuda? Alcuni scienziati sostengono che la causa potrebbero essere le terrificanti bombe d’aria con venti che vanno a 273 km/h, provocate dalle cosiddette nubi esagonali. Le esplosioni hanno la capacità di ribaltare le navi e far schiantare gli aerei in mare, scrive il Daily Mail.

L’oscuro “Triangolo del Diavolo” o “Triangolo maledetto”, zona nell’Oceano Atlantico che si estende su una superficie di 500.000 kmq, è ritenuto responsabile della scomparsa di almeno 75 aerei e centinaia di imbarcazioni ma queste nubi dalla forma singolare, sembra nascondano il mistero.

I venti sprigionati dalle cosiddette bombe d’aria, sono molto potenti, possono creare onde alte fino a circa 14 metri.
Randy Cerveny, meteorologo, ha detto al Mirror: “Le nubi esagonali sopra l’oceano, in sostanza sono delle bombe d’aria”.

“Sono formate da cosiddetti microbursts, getti d’aria che scendono dalla parte inferiore della nube, si abbattono sull’oceano e successivamente creano onde, a volte enormi”. Al contrario del tornado, o tromba d’aria, che risucchia tutto quello che trova attorno a sé, la bomba d’aria abbatte con inaudita violenza.

I ricercatori hanno aggiunto che nubi enormi appaiono sulla punta occidentale di Bermuda Island – variano da 32 a 88 km/h – e il dottor Steve Miller, meteorologo satellitare alla Colorado State University ha detto a Science Channel’s What on Earth: “Nella maggior parte dei casi le nuvole si distribuiscono in modo casuale”.

Gli scienziati ritengono che questi fenomeni meteo siano dietro il mistero del Triangolo delle Bermuda, secondo quanto riporta il Mirror. Negli ultimi 100 anni, il Triangolo ha causato 1.000 morti e ogni anno, in media, scompaiono 4 aerei e 20 navi.


TAG: ,