Scienza e Tecnologia

Un robot per assumere e licenziare dipendenti: l’obiettivo della Bridgewater Associates

Un robot per assumere e licenziare dipendenti: l'obiettivo della Bridgewater Associates

Un robot per assumere e licenziare dipendenti: l’obiettivo della Bridgewater Associates

LONDRA – I robot potrebbero presto assumere e licenziare personale nell’hedge fund più grande del mondo, la Bridgewater Associates, grazie a dei piani segreti stilati per migliorarne l’efficienza. Un team di scienziati americani sta sviluppando una intelligenza artificiale in grado di mandare avanti la compagnia, senza che le emozioni umane prendano il sopravvento. Un obiettivo che potrebbe essere raggiunto dai robot entro i prossimi 5 anni.

Il miliardario italo-americano Ray Dalio, fondatore e Ceo della Bridgewater Associates, sta cercando di creare un nuovo modello di business dove la maggior parte degli impiegati siano programmatori, e le decisioni prese da un computer. Per questo, il Systemised Intelligence Lab, capitanato da David Ferrucci, è stato incaricato dal finanziere Ray Dalio di portare avanti il progetto.

San raffaele

Dalio vorrebbe che, nei prossimi cinque anni, tre quarti delle decisioni siano prese proprio dalle macchine, ciò includerebbe cercare personale e presidiare su disaccordi tra gruppi differenti, ha spiegato al Daily Mail:

“Quando si ha una brutta giornata, cambia la nostra percezione delle cose. In un hedge fund, è una cosa molto importante”.

Fino al 2013, l’avvocato della Bridgewater era James Comey, diventato in seguito direttore dell’FBI, carica che ancora ricopre.

To Top