Scienza e Tecnologia

Uova di giada per la fertilità, la tesi rilanciata da Gwyneth Paltrow

uova-di-giada

Uova di giada per la fertilità, la tesi rilanciata da Gwyneth Paltrow

LOS ANGELES – Uova di giada nella vagina per aumentare la fertilità. La strampalata teoria lanciata dal blog di Gwyneth Paltrow è stata smontata, punto per punto, dagli esperti. La pratica risalirebbe addirittura alle concubine cinesi. “Le uova – si legge sul sito Goop.com – raccolgono l’energia, e hanno il potenziale di guarigione dei cristalli e degli esercizi di Kegel, quelli che rafforzano il pavimento pelvico”.

La trovata, sottolinea Leena Nathan, docente di ginecologia dell’università della California al sito Livescience, non ha alcuna base scientifica, e come quella del lavaggio con il vapore può anzi avere delle controindicazioni. “Non ci sono studi o evidenze sperimentale che queste uova di giada possano aiutare – spiega -, la giada non provoca nessun cambiamento ormonale. Inoltre questo materiale, che è poroso, può alterare la flora batterica e il pH, favorendo le infezioni”.

In un saggio pubblicato su YourTango, Rebecca Jane Stokes, una scrittrice di New York, ha raccontato la sua esperienza con le uova di giada usate per eseguire gli esercizi di Kegel. “Avevo pensato che fosse una buona idea di rafforzare i muscoli della mia vagina prima di incontrarmi con il mio attuale amico di letto” ha spiegato la scrittrice. Perciò aveva ordinato dal sito Etsy un kit di tre uova di pietra marmorea in scala, dalla grandezza di un uovo di quaglia a quello di una gallina.

ecca ha spiegato di aver seguito le istruzioni che consigliano di bollire le pietre prima di utilizzarle, in modo da pulirle senza utilizzare disinfettanti chimici dannosi per l’organismo. Tuttavia, la giovane newyorkese ha avuto troppa fretta di provare il nuovo acquisto e, dopo aver bollito le uova per 5 minuti, ne ha aspettati solo altrettanti prima di inserirne uno all’interno della propria vagina. “Al tatto – ha spiegato la donna al Daily Mail Online – non sembravano bollenti, solo confortevolmente calde e pensavo sarebbe stato piacevole inserirle nella vagina finché erano ancora tiepide”. Purtroppo per Becca, non ha considerato che l’interno della vagina è molto più sensibile della punta delle dita, per cui una volta inserito, l’uovo le ha ustionato le pareti interne della vagina.

To Top