Scienza e Tecnologia

Uragano Irma e tempeste solari: satelliti a rischio danneggiamento?

Uragano Irma e tempeste solari: satelliti a rischio danneggiamento?

Uragano Irma e tempeste solari: satelliti a rischio danneggiamento?

ROMA – Tempeste solari con una potenza tale da riuscire ad interrompere i sistemi di comunicazione della Terra, inclusi quelli radio, e i sistemi di navigazione: è quanto hanno avvistato alcuni scienziati. Brian Gaensler, astrofisico dell’University of Toronto, ha spiegato cosa potrebbe accadere alle comunicazioni terrestri e cehe a rischio potrebbero esserci anche i satelliti che monitorano l’uragano Irma, di categoria 5, che si sta abbattendo sulla Florida e Porto Rico.

“E’ una notizia dell’ultimissimo momento: nel Sole c’è stata un’eruzione. Come evento non è poi così inusuale, ma resta il fatto che, stavolta, le dimensioni erano interessanti; un’eruzione di tale grandezza non accadeva da almeno dieci anni. La preoccupazione, però, è che se le radiazioni dell’eruzione dovessero colpire la Terra, abbatterebbero satelliti, reti mobili e altre forme di comunicazione. Le particelle impiegano tempo a viaggiare dal Sole alla Terra, ma se dovessero colpirla, verrebbero certamente colpiti dei sistemi di comunicazione cruciali”.

L’uragano Irma, descritto come uno de più potenti in assoluto ha distrutto i Caraibi, il super ciclone ha già colpito St. Marteens e Porto Rico e si sta dirigendo verso la Florida; Terry Onsager, fisico presso il “National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA)’s Space Weather Prediction Centre”, ha affermato che il satellite di monitoraggio di Irma, è un modello più moderno costruito per resistere alle tempeste solari.

Il satellite GOES-16, lanciato nello spazio solo a novembre 2016, fornisce fotografie dell’uragano in tempo reale. Dato il recente invio nello spazio, Onsager ha riferito che il satellite, una volta incontrati dei potenti campi magnetici non dovrebbe avere problemi.

To Top