Blitz quotidiano
powered by aruba

Vaccino contro tumore più vicino, partiti i test sull’uomo

ROMA – Sempre più vicini al vaccino contro il tumore. Una vaccinazione terapeutica universale contro i tumori è stata ideata da scienziati tedeschi dell’università Johannes Gutenberg a Mainz: si tratta di un antidoto che induce una fortissima risposta del sistema immunitario.

Secondo quanto riferito sulla rivista Nature, il vaccino è stato testato con successo su animali e su tre pazienti in stadio avanzato di melanoma. Già a basse dosi la vaccinazione è stata in grado di attivare una risposta immunitaria efficace contro il tumore.

Il vaccino è stato composto sotto forma di capsula composta da piccole gocce di grasso, il quale contiene le componenti genetiche idonee a scatenare l’azione immunitaria. In realtà si tratterebbe di una molecola di RNA che potrebbe essere intercambiata a seconda del tipo di tumore da abbattere. La sostanza viene introdotta nel corpo tramite endovena e una volta entrata nell’organismo, raggiunge la milza, il midollo osseo ed i linfonodi, quindi viene assorbita dalle cellule immunitarie denominate “cellule dendritiche”.

Queste ultime hanno il compito di tradurre la molecola RNA in una proteina tumorale denominata “antigene” che scatena la reazione immune, distruggendo in maniera concreta il tumore. Si tratta di un risultato scientifico molto importante, che potrebbe portare a speranze concrete. Ora non ci resta che aspettare l’esito dei successivi test che saranno eseguiti su altri esseri umani, per vedere se la reazione immunitaria rimane costante per la gran parte dei tumori.

 


PER SAPERNE DI PIU'