Blitz quotidiano
powered by aruba

Vulcano Cleveland si sta svegliando? Forte esplosione fa temere il peggio in Alaska

NEW YORK – Una forte esplosione registrata sul Monte Cleveland, in Alaska, fa temere che il vulcano che dormiva si sia risvegliato. Il 25 ottobre l’allerta per la pericolosità del vulcano Cleveland è stata alzata da gialla ad arancione dai ricercatori dell’Alaska Volcano Observatory. Un livello di allerta che è secondo a quello più alto della scala e viene emesso quando il rischio di una eruzione vulcanica è concreto.

L’esplosione è avvenuta proprio nel vulcano Cleveland e oltre ad essere stata registrata dai sismografi e dagli strumenti dei ricercatori che lavorano all’osservatorio, è stata anche chiaramente avvertita dalla popolazione di Nikolski, un piccolo insediamento che si trova sull’isola di Umnak e conta meno di 50 persone, scrive il sito Adn.

Il vulcano prende il nome da Grover Cleveland, ex presidente degli Stati Uniti, ed è uno dei più attivi in Alaska, senza contare che una sua eruzione e la conseguente nube di cenere potrebbe costituire una vera minaccia per il traffico aereo, dato che è situato nella parte occidentale dell’isola Chuginadal e fa parte dell’arcipelago delle isole Aleutian, isole vulcaniche che a loro volta appartengono all’anello di fuoco dell’oceano Pacifico, una zona estremamente soggetta a terremoti.


PER SAPERNE DI PIU'