Blitz quotidiano
powered by aruba

Carabinieri, perché non possono usare l’ ombrello?

ROMA – I carabinieri non possono proteggersi da pioggia, o a volte neve, mentre sono in servizio. A regolamentare tutto ciò è la legge sulle uniformi dell’unità. Stando a quanto affermato dalla legge, è anche vietato ingombrare tasche con oggetti o portare capi di vestiario sbottonati, avere con zaini e borse, a meno che non siano in tinta unita e di dimensione contenuta.

Come scrive La Legge per tutti, cosa devono fare quindi coloro che sono in servizio durante una giornata di pioggia per ripararsi?

Andando a spulciare il regolamento che determina i comportamenti durante le ore di servizio, scopriamo che è possibile indossare il soprabito o fare ricorso alle auto blu.

Chi invece può avvalersi dell’utilizzo dell’ombrello è l’Aeronautica anche se con precise limitazioni. Il regolamento in questo caso parla chiaro. Suddetto ombrello dovrà essere rigorosamente essere di colore nero, con montatura metallica argentata o nera, il fodero e l’impugnatura di colore nero, ed esclusivamente tenuto con la mano sinistra, la mano destra infatti dovrà essere lasciata libera per il saluto militare. Sempre per quanto riguarda l’Aeronautica, non sarà sempre possibile difendersi dalla pioggia, ma solo in determinati casi come: durante il lavoro negli aeroporti, nel tragitto da casa a lavoro, negli spostamenti fuori sede e ovviamente quando non si è in servizio. Non è possibile quindi avvalersi del riparo in corso di cerimonie ufficiali o quando si è in servizio.

Regolamenti che reggono ormai da diversi anni e che potrebbero essere rivisti in futuro per consentire alle Forze Armate una maggior flessibilità in merito, dando la possibilità di ripararsi quando il tempo rende difficoltose le condizioni di lavoro.