Società

Catalogna. Puigdemont prende tempo ma Rajoy: “Sabato vi togliamo l’autonomia”

catalogna-puigdemont-madrid

Catalogna. Puigdemont prende tempo ma Rajoy: “Sabato vi togliamo l’autonomia”

ROMA – Catalogna. Puigdemont prende tempo ma Rajoy: “Sabato vi togliamo l’autonomia”. Fino a sabato sarà guerra di logoramento combattuta sul filo delle interpretazioni semantiche, ma sabato per la Catalogna potrebbe rappresentare l’ultimo giorno di autonomia. Da una parte il leader della Generalitat catalana Carles Puigdemont sembra giocare con le parole, dall’altra il premier Mariano Rajoy continua a inviare ultimatum.

Al momento la situazione può essere riassunta così: la Catalogna ribadisce che non ha votato per l’indipendenza ma è pronta a farlo qualora il governo centrale non porrà fine alle minacce, Madrid ha deciso che prenderà ogni provvedimento necessario per garantire l’unità nazionale, primo fra tutti la revoca dell’autonomia (art. 155), sabato prossimo.

Nella risposta al secondo ultimatum di Madrid il presidente catalano Carles Puigdemont aveva inviato un duplice messaggio: da un lato rispondendo implicitamente che l’indipendenza non era stata ancora dichiarata e ricordando che il parlamento di Barcellona ancora non l’ha votata, ma minacciava anche di farlo, se Madrid non “fermerà la repressione” e applicherà il 155. Per il dirigente indipendentista Joan Tardà questa risposta dovrebbe “rendere più facile per il governo spagnolo fermare la macchina”.

A Madrid però quello che hanno capito è che Puigdemont non ha risposto, e se l’ha fatto la risposta non è quella attesa. Il governo spagnolo ha reagito così con la convocazione per sabato a Madrid del consiglio dei ministri per attivare l’articolo 155 della costituzione dopo quella che considera una ‘risposta negativa’ del presidente catalano Carles Puigdemont all’ultimatum del premier Mariano Rajoy.

To Top