Società

Prete esorcista: “Satana si vendica della mia opera e mette zizzania nella comunità”

Prete esorcista: "Satana si vendica della mia opera e divide la comunità"

Foto d’archivio (Ansa)

TORINO – “Satana si vendica della mia opera“. Don Marino Basso, parroco di Pecetto Torinese, ha chiamato in causa il diavolo dopo che le catechiste della sua parrocchia lo hanno sfiduciato e si sono dimesse. “Sono un esorcista – specifica il prete in base a quanto si legge su La Stampanon può colpirmi mentre esercito, lo fa mettendo zizzania nella mia comunità“.

Il prete esorcista invita “chi, da tre anni, continua a dividere, diffamare senza motivo la parrocchia e la comunità, di terminare ogni azione, ogni pettegolezzo, ogni diffamazione, ogni chiacchiera”. Poi ancora:

Quando in una comunità si manifestano azioni contro la Chiesa, Popolo di Dio, attraverso divisione, distruzione, rovina e rabbia  – sottolinea il religioso – questo è il segno della presenza del Maligno, di Satana che desidera solo rovinare una comunità creando confusione, diffamazione. Così si vendica della mia opera di esorcista. E questa azione è mortale, nel senso che è un peccato mortale. Perdono. Non dobbiamo vivere nella vendetta e nel risentimento”.

Le catechiste hanno spiegato di non condividere “l’impostazione data dal parroco alla vita pastorale e amministrativa”. Ritengono soprattutto ingiusta la partenza per Castagnole Piemonte di suor Chiara, la religiosa che si occupava di gestire l’attività di catechismo. Da parte sua Don Marino ha reso noto di non entrarci nulla. Altre incomprensioni riguardano la gestione di una struttura adiacente la chiesa dove il parroco vive, limitandone l’uso alla comunità. C’è però anche chi lo difende per il suo operato, che nel tempo si sarebbe stato positivo, a  differenza di quanto affermato dalle catechiste in fuga.

To Top