Società

Uomo con testicoli enormi dopo una puntura: ecco come lo hanno operato

uomo-genitali-enormi

Uomo con testicoli enormi dopo una puntura: ecco come lo hanno operato

NAIROBI – Grazie a un operazione per ridurre i genitali, per un ragazzo keniota, Horace Owiti Opiyo, è stata la fine di incubo. Horace, di Kibigori, Kenya, era preso in giro dai suoi compagni e non poteva permettersi un’operazione; il ventenne viveva semi recluso, si isolava dal resto del mondo perché impossibilitato a fare anche le più semplici azioni quotidiane: non poteva correre, giocare a calcio, addirittura sedersi su una sedia risultava un’operazione difficile e fastidiosa.

Il ragazzo a 10 anni aveva notato una cisti proprio all’altezza del pene, che si pensa sia stata causata da una puntura di un insetto: avrebbe rilasciato le larve che si sono poi sviluppate in vermi parassiti in grado di bloccare il sistema linfatico, motivo per cui il liquido è andato ad accumularsi nel pene gonfiandolo sempre di più.

La storia di Horace, raccontata in un post su Facebook, ha fatto il giro del mondo e raggiunto un medico, che si è offerto di operarlo gratis. “Ora posso finalmente giocare a pallone, correre, sedermi come tutte le persone. La prima cosa che voglio fare, però, è avere buona istruzione” racconta Horace.

Il ventenne racconta di essersi sentito immediatamente meglio non appena uscito dalla sala operatoria. “Quando mi sono alzato, ero sorpreso che il mio corpo fosse così leggero. Ora posso correre, nuotare, sono un uomo libero! Sto facendo di tutto per migliorare, così che io possa trovare una moglie. Ma lo step successivo è quello di focalizzare l’attenzione sull’istruzione. Chi può sapere cosa accadrà in futuro?”.

Il passato, con Horace, non è stato molto clemente. A 10 anni notò per la prima volta la cisti. “All’inizio era molto piccola. In poco tempo si è trasformata ed è diventata delle dimensioni del mio pugno, poi sempre più grande”. Condizione che gli ha impedito di andare a scuola: oltre alle prese in giro, infatti, Horace doveva affrontare ogni giorno il dolore provocato da sempli azioni come vestirsi, camminare, sedersi per lungo tempo.

Dissi a mia nonna che ero stato colpito da una malattia. I miei genitori sono morti quando avevo 5 anni, è lei la mia figura di riferimento. Il dolore era così lancinante che non mi permetteva di camminare” dice il ragazzo.

Un vicino di casa, mosso a pietà per la situazione di Horace, ha deciso di aiutare il ragazzo postando la foto su Facebook: nel giro di poche ore il post è diventato virale, fino a raggiungere la moglie del governatore  di Kibigori, Olivia Ranguma, che ha chiesto immediatamente al dott. Emmanuel Benge di salvare la situazione.

“Questa condizione medica viene chiamata elefantiasi, filariosi linfatica, in questo caso causata da una puntura di insetto che ha depositato le larve nel tratto sanguigno. Le larve si trasformano in poco tempo in vermi parassiti che bloccano il sistema di drenaggio del corpo” ha spiegato il dottore.

uomo-genitali-enormi

Uomo con testicoli enormi dopo una puntura: ecco come lo hanno operato

To Top