Blitz quotidiano
powered by aruba

Referendum, sondaggio: il 4 dicembre vincerà Renzi o Beppe Grillo, D’Alema e Berlusconi?

ROMA – Sondaggio voto referendum: chi pensi che vincerà il 4 dicembre? Ci siamo, il 4 dicembre si vota il referendum costituzionale: bocciati gli ultimi ricorsi dai giudici (ultimo il tribunale di Milano che ha respinto quello di Valerio Onida che chiedeva lo spacchettamento del quesito) la data è ormai certa. Il popolo è chiamato a scegliere se la Costituzione debba essere riformata, ma la consultazione vale anche come giudizio sul governo Renzi che ne ha legato l’esito alla sua stessa sopravvivenza.

“La prospettiva per il dopo referendum è abbastanza semplice. Se vince il no sarà il caos”, ha dichiarato Luigi Zanda, capogruppo del Pd al Senato, nel corso di un faccia a faccia televisivo con Roberto Calderoli, vice presidente del Senato. Il quale ha replicato che “se vince il sì al referendum assistiamo a un colpo di Stato. Il premier controllerà anche l’elezione del presidente della Repubblica e avrà il potere assoluto”. Posizioni distanti e inconciliabili in prossimità del verdetto popolare: per il quale, va ricordato, serve la maggioranza del 50% + 1 dei  votanti, senza cioè quorum del 50% più uno degli aventi diritto al voto. Quorum che nel caso di referendum confermativo non è previsto dalla legge come condizione di validità.

Secondo Massimo D’Alema, dello stesso partito di Renzi ma contrario alla riforma, “il rischio è veramente che il sì venga non superato ma travolto. Io mi accontento di quello”. I sondaggi, in verità, assegnano un piccolo vantaggio ai No, ma dopo Brexit ed elezione di Trump, è diventata un’impresa cogliere in anticipo le tendenze di fondo.

Sei maschio o femmina?


Hai più o meno di 43 anni?


Sondaggio voto referendum: chi pensi che vincerà il 4 dicembre?





visualizza risultati