Blitz quotidiano
powered by aruba

Calciomercato, Inter vuole Simone Zaza

MILANO – Calciomercato, Inter vuole Simone Zaza. Mossa a sorpresa dell’Inter, che ha bussato alla porta della Juventus per Simone Zaza: ‘no’ dei bianconeri. Ne parla goal.com.

La mossa che non t’aspetti è quella dell’Inter. In un mercato di gennaio contraddistinto da rumors e colpi, ne spunta uno mancato: Simone Zaza nerazzurro.

Già, perchè come rivela ‘Tuttosport’ il club di Thohir si è mosso per bussare alla porta della Juventus e provare a strappare l’attaccante lucano. Risposta? Secco ‘no’ di Madama, che intende tenersi stretto il giovane centravanti.

D’altronde le parole di Allegri alla vigilia del match con la Sampdoria erano state chiare: “Zaza e Rugani restano”. Ebbene, il pensiero si è tramutato subito in realtà col rifiuto bianconero alla proposta interista.

Un inatteso asse di mercato è stato dunque stoppato sul nascere, con i piemontesi che hanno voltato le spalle ai rivali nella corsa Scudetto. Proprio questo il motivo principale: la Juve non intende rinforzare una diretta concorrente. E Zaza resta a Vinovo.

Da Wikipedia.

Nel 2007 partecipa al Torneo Internazionale Europa Unita con la Nazionale Under-16 di Antonio Rocca, debuttando il 25 aprile nell’incontro di apertura contro la Slovenia. Nel corso della manifestazione, vinta dagli azzurrini, disputa tre dei quattro incontri complessivi, compresa la finale contro la Serbia.

Il 29 agosto 2007 riceve la prima convocazione per la Nazionale Under-17 di Luca Gotti, in occasione dell’incontro Italia-Turchia (3-0), senza scendere in campo. Due giorni dopo, il 31 agosto, esordisce in Italia-Irlanda del Nord (2-1).

Il 13 ottobre 2009 esordisce con la Nazionale Under-19 nell’incontro Paesi Bassi-Italia (1-1).

L’11 gennaio 2013 viene convocato per la prima volta in Under-21 per prendere parte allo stage che si è tenuto a Coverciano dal 13 gennaio al 16 gennaio.

Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori in vista dei Mondiali 2014, venendo riconfermato per il raduno successivo del 14 e 15 aprile. Il 30 agosto viene convocato dal nuovo commissario tecnico Antonio Conte in vista dell’amichevole contro i Paesi Bassi del 4 settembre e della partita di qualificazione agli Europei 2016 a Oslo contro la Norvegia del 9 settembre. Gioca da titolare entrambe le partite, procurandosi nella prima, vinta per 2-0, un rigore (poi trasformato da Daniele De Rossi) mentre nella seconda partita contro la Norvegia segna la prima rete dell’incontro, poi terminata 2-0 per gli azzurri, colpendo anche una traversa nei minuti finali.

Immagine 1 di 4
  • Foto LaPresseFoto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
Immagine 1 di 4