Blitz quotidiano
powered by aruba

Basket, Eugenio Rossetti morto di infarto. Aveva 16 anni

BRESCIA – Alla fine Eugenio Rossetti non ce l’ha fatta. Il giocatore di basket triestino, 17 anni da compiere a dicembre, è morto 24 ore dopo l‘infarto che lo ha colpito durante una partita con la sua squadra domenica 10 ottobre.

Era sceso in campo a Mazzano, in provincia di Brescia, per difendere i colori del Basket Trieste per una gara under 20 del campionato di Eccellenza. Ad un certo punto si è fermato e ha chiesto il cambio al suo allenatore, ma arrivato in panchina si è accasciato.

Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi, visto che al palazzetto non era presente il defibrillatore, non obbligatorio per la categoria. Eugenio Rossetti è stato rianimato per 25 minuti, poi, una volta sull’ambulanza, il suo cuore ha nuovamente smesso di battere.

Disperata la corsa all’ospedale di Brescia, dove il giovane è stato ricoverato nel reparto di rianimazione cardiochirurgica. Per tutta la giornata le sue condizioni sono state dichiarate critiche. In serata è stato dichiarato il decesso.

Il momento del malore è stato ripreso dalle telecamere presenti al palazzetto e le immagini sono state acquisite dai carabinieri. I dirigenti triestini hanno trascorso la notte a Brescia al fianco dei genitori di Eugenio poi in mattinata i membri dello staff tecnico hanno fatto ritorno a casa.

“Pallacanestro Trieste, ha detto il presidente Giovanni Marzini, è vicina in questo momento a BaskeTrieste. Quanto accaduto ieri ha colpito fortemente tutti i nostri atleti, dirigenti e tecnici. Il BaskeTrieste è il team dal quale attingiamo i nostri giovani: siamo molto colpiti da quanto accaduto”.