Blitz quotidiano
powered by aruba

Alessio Cerci, sfogo sui social: “Ora basta, chiedo rispetto”

ROMA – Alessio Cerci, duro sfogo sui social: “Ora basta, chiedo rispetto”. L’ex Milan, ancora di proprietà dell’Atletico Madrid, ha smentito le dichiarazioni attribuitegli su un suo passaggio alla Lazio, impossibile causa fede giallorossa: “Sono mesi che non rilascio interviste”.

“Che dichiarazioni avrei rilasciato io oggi? Sono mesi che non rilascio interviste, voglio essere lasciato in pace, chiedo solo rispetto per poter lavorare. Mi trovo da due giorni al mare con mia moglie e i miei amici, domani rientrerò a Madrid dove sto svolgendo la preparazione per poter tornare in campo il prima possibile. Prenderò immediatamente provvedimenti perché chiunque abbia cercato di infangarmi ancora è giusto che paghi. Alessio”: questo il testo del messaggio lanciato dall’ex attaccante del Torino.

Per Cerci il ritorno in Italia è ipotesi più che credibile: completamente fuori dal progetto tecnico-tattico di Simeone, l’ala azzurra è pronta a lasciare ancora una volta l’Atletico magari proprio in direzione Roma (sponda biancoceleste), dove prenderebbe il posto di Candreva passato invece all’Inter. A 29 anni, e con il suo maestro Ventura c.t. della Nazionale, potrebbe essere l’ultima grande chance per riprendersi la maglia dell’Italia.