Blitz quotidiano
powered by aruba

All Blacks, Aaron Smith ha un rapporto con una donna nel bagno per disabili dell’aeroporto

AUCKLAND – Ha avuto un rapporto , una sveltina, nel bagno per disabili dell’aeroporto di Auckland in Nuova Zelanda. Per questo Aaron Smith, 26 anni, campione degli All Blacks, è finito nei guai. Il giocatore di rugby, 55 partite con la sua nazionale, è stato in fatti sospeso. Tutto era cominciato tre settimane fa, all’indomani del match vinto contro l’Argentina. Smith si era rinchiuso con un’amica dentro il wc dei diversamente abili dell’aeroporto cittadino.

“Dai rumori che uscivano si capiva fin troppo bene cosa stessero facendo”, ha raccontato un testimone. “Poi il signor Smith è uscito dal bagno, si è sistemato la maglietta e i pantaloni dell’uniforme degli All Blacks; un minuto dopo la ragazza è uscita con lo stesso fare sospetto”. “Ha occupato uno spazio pubblico riservato ai diversamente abili, c’era un sacco di gente e di tifosi e vestiva la divisa della Nazionale. Si è semplicemente abbottonato ed è tornato a scherzare con i compagni, come se nulla fosse successo”.

“Aaron e una ragazza sono stati visti entrare in quella toilette dopo quella partita di tre settimane fa – ha dichiarato il c.t. neozelandese Steve Hansen – Siamo stati informati di questo al nostro arrivo in Sudafrica. Ho parlato con Aaron, che ha confermato la storia. La leadership della squadra è stata unanime nel ritenere che questo comportamento fosse inaccettabile. Così non lo abbiamo preso in considerazione per la partita di Durban. Chiaramente Aaron è amareggiato e sente di aver danneggiato i compagni, così come sente di aver danneggiato la sua famiglia e la sua compagna”.

Immagine 1 di 3
  • Aaron Smith. 2013 Australian Wallabies v New Zealand All Black. Rugby Championship Test Match. ANZ Stadium, Sydney on Saturday 17 August 2013. Po Clay Cross / posport.co.nz
Immagine 1 di 3

TAG: