Blitz quotidiano
powered by aruba

Allegri: “L’Udinese si è scansata? Chi l’ha detto…”

"Probabilmente intendeva un'altra cosa, forse è stato frainteso il senso: chi l'ha detto si è espresso male in italiano. Io partite facili non ne ho mai giocate, al Milan o qui alla Juve".

TORINO – “C’è chi dice che le avversarie si scansano? – dice Massimiliano Allegri in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro la Lazio – Probabilmente intendeva un’altra cosa, forse è stato frainteso il senso: chi l’ha detto si è espresso male in italiano. Io partite facili non ne ho mai giocate, al Milan o qui alla Juve”.

La Coppa Italia è un obiettivo, guai a sottovalutare i quarti contro la Lazio. “Noi nello spogliatoio non diamo nulla per scontato – spiega Allegri alla vigilia -, vogliamo migliorare tecnicamente e nella fase offensiva e difensiva. Nessun mantenimento, puntiamo sempre a fare meglio”. Quindi turnover, ma non massiccio, confermato il 3-5-2 con ballottaggio Morata-Mandzukic accanto a Zaza in attacco: “Ho una rosa equilibrata, stanno tutti discretamente bene. Sceglierò la formazione migliore per passare il turno, poi pensiamo alla Roma”.

Su Pogba: “Finora in campionato ha giocato tutte le partite, se sta fuori una volta non succede nulla. Non c’è alcun problema per la panchina a Udine. È stato sostituito molto bene da Asamoah che ieri stava bene e domani è a completa disposizione. Barzagli rientra giovedì in gruppo, Hernanes? Escluderebbe Marchisio, ma parliamo in linea teorica”.

“La Coppa Italia – dice ancora Allegri – è un nostro obiettivo. La formula? Giocare partite secche fuori casa può essere uno svantaggio, dalla semifinale in avanti ha un valore importante, l’anno scorso la abbiamo vinta dopo 20 anni. Vincere un trofeo non è mai semplice, in campionato non abbiamo ancora fatto nulla, dobbiamo portare a casa qualcosa. E faccio i complimenti all’Alessandria: non è stato semplice, i giocatori si sono meritati una grande sfida contro il Milan”.

Triplete? “Siamo ancora in corsa per i 3 obiettivi della stagione. Bisogna continuare a lavorare senza pensare alle 10 vittorie, mancano 18 partite alla fine, servono punti per raggiungere la quota scudetto. Se poi il Napoli vincerà sempre rimarrà davanti, e avrà fatto meglio di noi”.

Allegri si infuria durante le partite della Juventus, tutte le foto più belle:

 

Immagine 1 di 13
  • Foto LaPresseFoto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse - Daniele Badolato22/04/2015 Monaco ( Monaco)Sport CalcioMonaco - JuventusChampions League 2014 2015 - Quarti di finale ritornoNella foto: Massimiliano AllegriPo LaPresse - Daniele Badolato22 April 2015 Monaco ( Monaco )Sport SoccerMonaco - JuventusChampions League 2014 2015 - Round of 8 - second legIn the pic: Massimiliano Allegri
  • Foto LaPresse - Daniele Badolato22/04/2015 Monaco ( Monaco)Sport CalcioMonaco - JuventusChampions League 2014 2015 - Quarti di finale ritornoNella foto: Massimiliano AllegriPo LaPresse - Daniele Badolato22 April 2015 Monaco ( Monaco )Sport SoccerMonaco - JuventusChampions League 2014 2015 - Round of 8 - second legIn the pic: Massimiliano Allegri
  • Foto LaPresse - Daniele Badolato22/04/2015 Monaco ( Monaco)Sport CalcioMonaco - JuventusChampions League 2014 2015 - Quarti di finale ritornoNella foto: Massimiliano AllegriPo LaPresse - Daniele Badolato22 April 2015 Monaco ( Monaco )Sport SoccerMonaco - JuventusChampions League 2014 2015 - Round of 8 - second legIn the pic: Massimiliano Allegri
  • Foto LaPresse -
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
Immagine 1 di 13

PER SAPERNE DI PIU'